Lunedì, 15 Luglio 2024
publisher partner

Lo Sviluppo Urbano Sostenibile parte da Treviso con servizi e innovazioni per la popolazione

La strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile (SUS) nell'area urbana di Treviso è un progetto declinato tra il 2014 e il 2020 che ha visto coinvolti i Comuni di Treviso, Casier, Paese, Preganziol, Silea e Villorba. L'iniziativa sostiene una serie di azioni finalizzate a rafforzare alcune funzioni di servizio e a risolvere problematiche specifiche attraverso il potenziamento e l’innovazione dell’offerta di servizi a cittadini e imprese

Il Programma Operativo Regionale (POR), è lo strumento attraverso cui la Regione del Veneto, grazie ai circa 600 milioni di euro messi a disposizione dall’Unione Europea, dallo Stato e dalla Regione stessa, ha sviluppato nel 2014 al 2020 un piano di crescita sociale ed economica.

La strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile (SUS) nell'area urbana di Treviso è un progetto declinato sempre tra il 2014 e il 2020 che ha visto coinvolti i Comuni di Treviso, Casier, Paese, Preganziol, Silea e Villorba. L'iniziativa sostiene una serie di azioni finalizzate a rafforzare alcune funzioni di servizio e a risolvere problematiche specifiche attraverso il potenziamento e l’innovazione dell’offerta di servizi a cittadini e imprese.

Con un budget totale di circa 10 milioni di euro, il progetto si attua attraverso una strategia che riguarda alcuni macro-temi come l'agenda digitale (con i progetti MyData e MyCity), la mobilità sostenibile e i servizi sociali e abitativi. Il Programma è cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, detto sinteticamente FESR, che è uno dei Fondi strutturali e di investimento europei ed è lo strumento principale della politica regionale dell'Unione Europea. 

I progetti MyCity e MyData 

Nello specifico, i progetti MyCity e MyData propongono un nuovo modello di sviluppo territoriale e di interazione tra la popolazione e la Pubblica Amministrazione. Il primo, infatti, è un sistema di erogazione di servizi online efficienti e interattivi rivolti a cittadini e imprese. Il secondo, invece, fornisce a enti pubblici e Comuni un sistema di management urbano che, grazie all’acquisizione di dati, potrà restituire informazioni in tempo reale per il cittadino e per la gestione e l'amministrazione del territorio.

Con il progetto MyData, il Comune di Treviso raccoglie dati di natura ambientale e di mobilità da fonti eterogenee (sensori, sistemi gestionali, dati in possesso di altri enti) per la realizzazione di un sistema di monitoraggio (Control Room) e di analisi dei dati, utile ad effettuare previsioni sull’andamento di fenomeni di carattere ambientale e sulla mobilità. Attraverso questo sistema i cittadini potranno accedere a molteplici servizi, come la ricerca di parcheggio, il bike sharing, e le stazioni di ricarica, oltre a trovare informazioni accurate e immediate.

Inoltre, sempre grazie ai finanziamenti FESR, è stato realizzato INNOTV, un laboratorio digitale permanente attraverso sette palestre nei comuni di Treviso, Carbonera, Roncade, Silea e Villorba. Attraverso esse verrà promosso l'utilizzo di strumenti elettronici all'interno della popolazione.

Video popolari

TrevisoToday è in caricamento