Sport

La Benetton Rugby da l'addio a Casellato: ora tocca a Goosen

Fatali le 23 sconfitte consecutive tra Pro12 e Champions Cup, soprattutto i due ultimi derby infuocati contro i cugini delle Zebre

Casellato e Goosen a colloquio prima di un match

TREVISO La notizia era nell'aria e lunedì pomeriggio è arrivata la conferma: la Benetton Rugby ed il coach Umberto Casellato hanno interrotto infatti il loro rapporto di collaborazione che era iniziato nel luglio 2014. "Ad Umberto vanno i nostri migliori auguri per la sua futura attività" hano voluto dichiarare dalla dirigenza. l ruolo di capo allenatore sarà ora affidato al vice Marius Goosen, ex Leone amatissimo dai tifosi per la sua grinta e professionalità.

Il 47enne tecnico trevigiano Casellato paga le 23 sconfitte consecutive tra il Guinness Pro12 e la Champions Cup, veramente troppe per un club che ha sempre puntato in alto e che ora invece si trova inesorabilmente ultimo in campionato e già fuori dalla competizione europea per eccellenza dopo due batoste ad opera dello Stade Francais. La scelta di separarsi però è arrivata in concomitanza con le due sconfitte in serie, e a distanza di pochi giorni una dall'altra, contro i cugini delle Zebre in due derby infuocati e contestati vivamente dai fischi dei tifosi stanchi di vedere poco gioco di squadra ed errori in continuazione. Vero che i Leoni non si sono mai tirati indietro dalle battaglie sul rettangolo verde, ma il gioco ha spesso latitato e la squadra non è mai stata all'altezza delle aspettative.

Spesso si è anche parlato di un team rimaneggiato per via dei continui infortuni, fatto assolutamente condivisibile, ma ciò non spiega le prestazioni opache viste dall'inizio di stagione fino ad ora. La domanda però che in molti ora si fanno è se Goosen possa essere un allenatore ad interim o una scelta definitiva, e a dirimere ogni dubbio ci ha pensato il Presidente Amerino Zatta che ha confermato come l'ex biancoverde rimarrà fino al termine del campionato. Troppo poche infatti le partite rimanenti (12) del Pro12 per permettere ad un allenatore di ambientarsi in tempo, oltre al fatto che una scelta diversa vorrebbe dire un nuovo esborso economico. Per quanto concerne il futuro invece, la dirigenza trevigiana punterebbe forte su sul nome del neozelandese Mark Anscombe, ex allenatore dell'Ulster e degli All Blacks U20. Ma ad avere l'ultima parola in merito sarà  la FIR, la quale dovrà vagliare la scelta di un allenatore straniero per la franchigia italiana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Benetton Rugby da l'addio a Casellato: ora tocca a Goosen

TrevisoToday è in caricamento