Allerta meteo, stop al bellunese per X Motors

Il bollettino diramato, nella giornata antecedente le verifiche, costringe inevitabilmente gli organizzatori ad annullare l'evento, al quale il sodalizio trevigiano puntava in alto.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Niente Rally Bellunese, almeno per quanto riguarda l'evento che doveva andare in scena nel recente weekend, tra Sabato 27 e Domenica 28 Ottobre. L'allerta meteo rossa, diramata nei giorni antecedenti l'evento, ha costretto il comitato organizzatore a prendere l'unica strada percorribile, quella dell'annullamento. “Il Comitato organizzatore Tre Cime Promotor” – si legge nel comunicato – “comunica l’annullamento per cause di forza maggiore, non dipendenti dalla propria volontà, né da proprie negligenze, del 33° Rally Bellunese. A seguito dell’avviso di criticità idrogeologica ed idraulica n.62/2018 emanato dal Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto con il quale è stato dichiarato – dalle ore 9 di sabato 27 ottobre e sino alle ore 14 di lunedì 29 ottobre – lo stato di ALLARME per criticità idrogeologica nei Comuni rientranti nella circoscrizione Vene A e Vene H (in cui rientrano i Comuni di Santa Giustina, Lentiai, Cesiomaggiore, Sedico, Trichiana e Limana, ove è in programma la manifestazione), nel corso della riunione dell’Unità di Crisi tenutasi in data odierna nella sede della Prefettura di Belluno – alla quale hanno preso parte tutte le componenti del sistema provinciale di Protezione civile – è emersa l’esigenza di sospendere TUTTE LE MANIFESTAZIONI PUBBLICHE in programma nel periodo di validità dell’avviso di criticità, in funzione di tutela della pubblica incolumità. Il Comitato organizzatore del 33° Rally Bellunese, profondamente amareggiato per l’accaduto, si sente in dovere di ringraziare tutti coloro che, in ogni forma, si sono prodigati spassionatamente, con grande dedizione e professionalità per garantire l’allestimento della competizione.” Unanime il coro dei tre portacolori di Xmotors iscritti al via, a partire dal patron Francesco Stefan, il quale ritornava al volante della Ford Fiesta R5, assieme a Marco Zortea dopo il terzo posto siglato al Marca. “Siamo alquanto dispiaciuti per l'accaduto” – racconta Stefan – “ma quando si verificano queste situazioni il buon senso deve farla da padrone. Dal canto nostro ci spiace non aver corso perchè sarebbe stata un'uscita test molto utile per valutare alcuni lavori svolti sulla Fiesta.” Gli fanno eco Massimo Vian, in coppia con Alessandro Gaio sulla seconda Fiesta, ed il debuttante Marco Recchia, assieme a Mattia Conci sulla Renault Clio Racing Start. “Il Bellunese è una mia tappa fissa da sempre” – aggiunge Vian – “ma alla natura non si comanda e, vista la situazione, va bene così. Mi spiace molto per Ale, per la sua gara di casa.” “Siamo vicini agli organizzatori” – conclude Recchia – “per il tanto impegno messo sulla gara.”

Torna su
TrevisoToday è in caricamento