rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Altro

Il Mogliano Rugby incappa in una brutta giornata

Sconfitta pesante a Viadana che vede allontare i sogni di play off

Brutta battuta di arresto a Viadana per i ragazzi di Costanzo che dopo un discreto primo tempo, crollano nella ripresa non riuscendo a portare a casa nemmeno i punti di bonus. Certo le assenze hanno pesato, come alcuni infortuni, ma questo non può giustificare la prova opaca offerta dai moglianesi. Partita iniziata sotto la pioggia ma il campo ha retto benissimo per tutto l'incontro. Unico inconveniente il controllo del pallone che, viscido, ha reso più difficile il gioco alla mano. Tuttavia le due squadre ci provano e si affrontano a viso aperto cercando anche la manovra sulle fasce.

Prima frazione

Partenza già in salita per il Mogliano con il Viadana che riesce a portarsi subito avanti di 7 punti grazie alla meta trasformata di Mateu dopo soli 2' di gioco. I ragazzi di Costanzo provano subito a reagire e, pur riuscendo a non far allungare troppo l'avversario, restano in partita anche se ci si può rammaricare per le troppe occasioni create e non sfruttate. Il calcio piazzato di Fadalti e la meta di Sante portano i biancoblu al riposo sotto di dieci punti ma mantengono la gara sostanzialmente in equilibrio. Dall'altra parte, invece, i padroni di casa sono bravi ad andare in meta con Wagenpfeil e a tenere sotto il Mogliano prima della fine dei primi 40' con il piazzato di Ceballos. Un 18 a 8 che, comunque, con una buona reazione sembrerebbe lasciare la gara aperta a qualsiasi risultato.

Il secondo tempo

Chi si aspettava nella seconda frazione un Mogliano aggressivo per poter continuare a sognare la cavalcata verso il quarto posto senza, invece, doversi guardare le spalle dalla zona calda dei playout è rimasto deluso. Il Viadana prende subito in mano le redini del gioco e sfrutta ogni errore dei moglianesi. I padroni di casa gestiscono e colpiscono, mentre i trevigiani iniziano a commettere troppi errori di handling e gli assalti degli avanti biancoblu, per quanto numerosi, si infrangono sul muro difensivo del Viadana che vanifica ogni tentativo di riaprire il match da parte dei giocatori di Costanzo. Il XV di casa sfrutta tutte le occasioni che si presentano nei buchi delle maglie di un Mogliano che si spegne con il passare dei minuti e, dopo le due del primo tempo, marcano altre tre mete conquistando anche il bonus offensivo. Il match si prolunga di venti minuti; giusto il tempo per la magra consolazione della meta di D'anna, pesante quanto inutile visto che non serve a portare via nemmeno un punto. Adesso per il Mogliano non ci sono alternative. O si volta subito pagina, iniziando a sbagliare molto meno sia in fase offensiva che difensiva senza essere prevedibili come ieri nel gioco o si rischia di passare dai sogni dei playoff all'incubo di farsi risucchiare dal vortice della parte bassa della classifica. Anche perché domenica prossima al Quaggia arriva il Valorugby, formazione con grandi ambizioni e che viaggia nella parte alta. Un match da affrontare con le pinze anche per dimostrare che il vero Mogliano non è quello visto contro il Viadana.

Costanzo

Non è certo un Costanzo soddisfatto quello che si lascia andare al commento post partita. L'head coach ha visto troppi errori e, per quanto possano aver pesato le assenze dei nazionali, non cerca giustificazioni davanti alle troppe imprecisioni viste in campo. Tanto che non è soddisfatto nemmeno della discreta prova del primo tempo. «È stata una partita dura, dove nel primo tempo abbiamo anche provato ad attaccare con qualità, ma abbiamo perso troppi possessi e loro sono venuti fuori minuto dopo minuto. Tanti placcaggi sbagliati intorno ai punti d'incontro mentre loro sono stati bravi ad approfittarne, cosa che a noi non è riuscita in tutta la gara. Dobbiamo commettere meno errori in difesa ed essere più efficaci in quelle ed altre situazioni della partita. La precisione non può essere quella vista contro il Viadana, mi auguro sia solo un passo falso ma di certo continueremo a lavorarci, così come cercheremo di sistemare le cose sulle quali possiamo e dobbiamo fare meglio perchè i miei ragazzi ne hanno la qualità. Ora sarà fondamentale recuperare più energie possibili per affrontare le prossime due partite. È vero che le giocheremo in casa, ma contro avversari durissimi che mirano alle primissime posizioni. O saremo concentrati e precisi o rischiamo di doverci guardare seriamente le spalle. È stata una gara combattuta, giocata nella fanghiglia, ma che il Viadana ha portato a casa con determinazione e merito. Adesso la formazione giallonera ci ha scavalcati in classifica ma noi abbiamo una gara in meno e domenica loro affronteranno il Calvisano».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Mogliano Rugby incappa in una brutta giornata

TrevisoToday è in caricamento