menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Da sx a dx: Petrova, A. Atanasov, Z. Atanasov, Mumelter, Scottà)

(Da sx a dx: Petrova, A. Atanasov, Z. Atanasov, Mumelter, Scottà)

Dalla Bulgaria a Conegliano, il viaggio di Petrova e Atanasov

Si stanno allenando con gli atleti di Atletica Silca Conegliano e Silca Ultralite Vittorio due triplisti della nazionale bulgara

CONEGLIANO - Ancora eccellenza internazionale allo stadio comunale Soldan, dopo la bella esperienza con i giavellottisti finlandesi guidati dal mitico coach Kari Ihalainen. Da mercoledì (resteranno fino a sabato) si stanno infatti allenando con gli atleti di Atletica Silca Conegliano e Silca Ultralite Vittorio Veneto due triplisti della nazionale bulgara, già saliti agli onori della cronaca mondiale per i grandi risultati raggiunti. Si tratta di Gabriela Petrova, ventunenne campionessa mondiale juniores nel salto triplo lo scorso anno e di Zlatozar Atanasov, settimo agli Europei di Goteborg 2013. Per lei personali di 14.14 (indoor) e 13.96 (outdoor), ottenuti entrambi lo scorso anno (tra febbraio e giugno), per il venticinquenne un volo oltre i 17 metri (17.09) che l’ha catapultato nell’élite della specialità. I due atleti, con il loro allenatore, Atanas Atanasov, sono arrivati a Conegliano grazie a un’ex atleta dell’allora Atletica Industriali Conegliano, Hristina Kaltcheva, campionessa mondiale indoor nel salto in alto a Maebashi, in Giappone, nel 1999. La bulgara, ora residente a Conegliano, è stata allenata da proprio da Atanasov.

Un’occasione imperdibile, per gli atleti delle società targate Silca, la possibilità di allenarsi a tu per tu con questi professionisti di caratura mondiale. In particolare proprio mercoledì pomeriggio Niccolò Mumelter (junior da 14.66 proprio nel triplo) con il suo allenatore Giampaolo Scottà, ha effettuato una sessione di allenamento con i graditi ospiti. Tanti consigli tecnici, ma anche filosofia di sacrificio e di dedizione (Gabriela e Zlatozar si allenano 11 volte alla settimana).

“Ci alleniamo in Bulgaria, ma spesso siamo all’estero per raduni vari – ha spiegato il noto coach – proprio a marzo siamo stati un mese a Cipro alla ricerca del clima ideale per allenarsi all’aperto. Il nostro segreto per questi risultati? Tanto, tanto, tanto e ancora tanto lavoro. Certo, è importante la tecnica, ma è fondamentale partire da un fisico allenato, predisposto, che è in grado di sostenere proprio la tecnica necessaria per ottenere grandi misure”. Una nazione, la Bulgaria, che riesce spesso a mettersi in luce, proprio nel campo dell'atletica. “Credo che dipenda molto dalla fame, dalla voglia di emergere che hanno i nostri atleti – ha aggiunto Atanasov – ci si allena spesso in condizioni difficili, ma l’ambizione e l’impegno sono tanti. E poi non c’è mai la paura di lavorare troppo”. Soddisfatti i presidenti Francesco Piccin e Aldo Zanetti, per questa opportunità di crescita dal respiro internazionale per i giovani atleti coneglianesi e vittoriesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento