rotate-mobile
Sport

Avbelj affila le armi per il Casentino

Vincitore del precedente appuntamento targato IRC, dominatore indiscusso al Taro, il pilota sloveno punta a difendere il numero uno in Toscana e nella serie.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

È partito con una gara di ritardo rispetto al calendario, avendo saltato l'Elba a causa del programma che lo ha visto impegnato nella massima serie tricolore, ma Boštjan Avbelj rimane comunque l'uomo da battere, il campione in carica dell'International Rally Cup che ha confermato, nel precedente appuntamento del Taro, la sua voglia di vincere. Il portacolori di Xmotors Team, sempre supportato da La Superba, ha fatto la voce grossa nel secondo round della stagione, firmando cinque delle otto speciali per chiudere la partita. Un risultato che gli ha consentito di inserirsi al quinto posto della classifica provvisoria, a sole ventotto lunghezze dall'attuale leader di campionato quando in vista si presentano due tappe a coefficiente maggiorato, il Rally del Casentino a 1,25 ed il Rally Città di Schio a 1,5. La trasferta toscana potrebbe avere il merito di aggiungere un nuovo candidato al titolo, il pilota sloveno che andrebbe ad agganciare un poker di agguerriti avversari di casa nostra. A giocare a favore del pilota della Skoda Fabia Rally2 Evo di MS Munaretto, sempre in coppia con Damijan Andrejka, un Casentino che lo ha visto salire sul gradino più alto del podio nella passata edizione, garantendogli risultati di rilievo in tutte le sue apparizioni nell'aretino. “Dopo aver vinto il Taro” – racconta Avbelj – “ci presenteremo al via di questo Casentino con la stessa attitudine. Siamo entrati a campionato iniziato ma siamo detentori del titolo 2022, oltre ad aver vinto qui lo scorso anno, quindi la voglia di fare bene è davvero tanta. Sto aspettando, con molta ansia, di tornare a sedermi al volante della Skoda Fabia Rally2 di MS Munaretto. Ad ogni gara mi preparano una vettura in grado di volare e non vedo l'ora di essere al via.” La caccia della punta di diamante del binomio tra Maser e Campodarsego scatterà Venerdì 7 Luglio sul duplice passaggio della “Rosina” (7,48 km), il secondo dei quali in notturna. La giornata seguente, Sabato 8 Luglio, la sfida si trasferirà a “Caiano” (11,41 km) e “Barbiano” (7,40 km), portando poi i concorrenti ad affrontare un primo banco di prova selettivo, quello di una “Crocina” (22,88 km) che, data la sua lunghezza, potrebbe già fare selezione. Si ritornerà a “Caiano” e “Barbiano” per una seconda tornata, chiudendo in bellezza con l'iconica “Talla” (29,45 km) che, come da tradizione, si disputerà al calare del sole. Otto tratti cronometrati per un totale di poco inferiore ai centocinque chilometri di speciale. “Rispetto alla passata edizione qualche prova speciale è nuova per noi” – aggiunge Avbelj – “e questo ci stimola ulteriormente perchè alza il livello della nostra sfida. Abbiamo ottimi ricordi di questo rally quindi cercheremo di divertirci al massimo. Portare a casa un buon risultato al Casentino ci permetterebbe di rimetterci in corsa per il titolo ed è quello che vogliamo fare. Approfitto per ringraziare tutti i partners che ci permettono di affrontare questa stagione, ad iniziare da MS Munaretto che ci mette a disposizione dei mezzi eccellenti ma senza dimenticare Xmotors Team e La Superba. Grazie a tutte le persone che credono in noi e cercheremo di tornare a casa dal Casentino con un risultato che possa gratificare tutti i loro sforzi.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avbelj affila le armi per il Casentino

TrevisoToday è in caricamento