rotate-mobile
Sport

Avbelj al primo podio nel tricolore

Il pilota sloveno brilla tra i protagonisti dell'ERC e del CIAR, riaprendo la partita per il CIRP, mentre Andolfi, fuori sul finale, punta al titolo di vicecampione.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Un Rally di Roma Capitale a due facce per Xmotors Team, dalla felicità per l'ulteriore consacrazione di una promessa sulla quale da tempo ha investito al boccone amaro per un ritiro che mette la parola fine ad un Campionato Italiano Assoluto Rally che, con lo scudetto tricolore incassato da un imprendibile Crugnola, costringe ora Fabio Andolfi a rimboccarsi le maniche per recuperare la seconda piazza persa nella capitale. Il pilota di Savona, sempre affiancato da Nicolò Gonella su una Skoda Fabia Rally2 Evo di MS Munaretto, si è visto sfortunato protagonista del weekend laziale, palcoscenico tra i più prestigiosi data la valenza rinnovata per il FIA European Rally Championship. Il portacolori di Xmotors Team e di La Superba ha dovuto alzare bandiera bianca sul dodicesimo tratto cronometrato, a causa di un'uscita di strada avvenuta dopo una foratura. “La vettura ed il team hanno fatto il loro dovere” – racconta Andolfi – “ed è sempre piacevole tornare a competere su prove con questo chilometraggio. Nella dodici, dopo aver forato, siamo usciti di strada e ci siamo dovuti fermare. Mi ritengo abbastanza soddisfatto del passo che avevamo espresso anche se è certo che avremmo preferito un esito migliore. Scendiamo dal secondo al terzo posto in campionato, ad un solo punto da Basso. Cercheremo di fare del nostro meglio per portare a casa il titolo di vicecampione nel tricolore. Grazie a tutto il team MS Munaretto, a Pirelli, ad ACI Team Italia, ad Xmotors Team, a La Superba ed a tutti i partners.” Un Venerdì, un Sabato ed una Domenica stellari invece per un Boštjan Avbelj che non ha più bisogno di presentazioni, particolarmente a proprio agio sugli insidiosi asfalti romani. La seconda punta del binomio tra Maser e Campodarsego ha fatto la voce grossa, riuscendo a mantenere il passo dei più quotati protagonisti della serie europea e di quella italiana, pur essendo al debutto su queste strade, andando a cogliere la quinta piazza assoluta, in gruppo RC2N ed in classe R5 - Rally2, nonché il terzo gradino del podio nel CIAR. Un risultato che permette allo sloveno, in coppia con Damijan Andrejka su una seconda Skoda Fabia Rally2 Evo di MS Munaretto, di riaprire la lotta nel Campionato Italiano Rally Promozione. Guardando alla classifica provvisoria infatti il distacco dal leader è di sole quattro lunghezze. “Abbiamo ottenuto il nostro primo podio assoluto nel CIAR” – racconta Avbelj – “ed un ottimo quinto assoluto in una gara valevole per l'europeo. Sono più felice di quanto possa far vedere all'esterno. Partendo con un numero alto abbiamo dovuto guidare particolarmente puliti all'inizio, cercando di evitare ogni possibile errore. Al Sabato è stata abbastanza dura perchè le condizioni che trovavamo noi erano diverse rispetto a quelli che partivano davanti. Abbiamo recuperato parecchie posizioni e questo ci ha permesso di affrontare una Domenica migliore. Abbiamo trovato un buon ritmo, risalendo la classifica e riuscendo a vincere la tappa valevole per il CIRP. Questa è la cosa più importante. Grazie al mio navigatore, al team MS Munaretto, ad Xmotors Team, a La Superba ed a tutti i partners coinvolti in questo progetto 2023.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avbelj al primo podio nel tricolore

TrevisoToday è in caricamento