rotate-mobile
Sport

Rally Trofeo ACI Como: al debutto comasco Avbelj rimane ai piedi del podio

Condizioni meteo proibitive hanno visto lo sloveno chiudere quarto assoluto, all'esordio personale, l'appuntamento conclusivo del Campionato Italiano Rally Asfalto.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il suo talento è da tempo indiscusso ed anche al recente Rally Trofeo ACI Como, corso in condizioni meteo particolarmente avverse, Boštjan Avbelj ha detto nuovamente la sua, chiudendo a ridosso del podio assoluto una due giorni più che insidiosa. Pioggia e nebbia, contornate dalle classiche foglie che coprono qui l'asfalto in questo periodo dell'anno, non hanno inciso più di tanto sul passo del pilota sloveno, felice per la notevole esperienza maturata in questo ultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally Asfalto. Pronti, via ed in mezzo a tutti i big della serie il portacolori della sinergia nata tra Xmotors Team e La Superba, al volante della Skoda Fabia Rally 2 Evo di MS Munaretto con Damijan Andrejka al proprio fianco, si presentava al controllo stop della “Bellagio” con il quinto assoluto. Nonostante si trattasse del suo primo approccio alle insidiose strade del comasco Avbelj piazzava due quarti parziali che, al termine della giornata di apertura, gli consentivano di attestarsi a poco più di un secondo dal terzo gradino del podio di Fontana, idolo di casa. Cercando di prendere le misure ad un contesto inedito la punta della compagine di Maser e di quella di Campodarsego firmava un interessante terzo tempo assoluto sulla prima “Val Cavargna”, consolidando una quarta piazza che, a conti fatti, era oramai in cassaforte.

Gli ultimi due impegni del Sabato vivevano su una ripetizione del giro precedente, con un Avbelj provato ma soddisfatto che si avviava già verso i prossimi, imminenti, impegni del 2022. Una quarta piazza nella generale che si arricchisce ulteriormente con il terzo ottenuto in gruppo RC2N ed in classe R5 - Rally 2, in vista di una chiusura di annata che si preannuncia calda. “Per essere stata la nostra prima apparizione nel CIRA” – racconta Avbelj – “dobbiamo essere soddisfatti e felici del risultato che abbiamo ottenuto. Ora abbiamo un bagaglio di esperienza maggiore nelle nostre tasche, da dimostrare in futuro qualora ci trovassimo in condizioni simili. Questa volta abbiamo accusato qualche difficoltà, imprevedibile, con la vettura ma, nonostante questo, devo dire un grande grazie a MS Munaretto. Hanno gestito ogni problema molto rapidamente. La gara è stata davvero molto difficile, condizioni meteo pessime. Un sacco di pioggia, nebbia e foglie sulla strada. È stato un test molto importante per noi ed abbiamo imparato parecchio. Le prove speciali sono state una bella sfida anche per i navigatori e devo dire che Damijan, ancora una volta, ha svolto un lavoro egregio. Grazie a tutti i partners che hanno reso possibile questa partecipazione. Grazie ad Xmotors Team ed a La Superba. Ora dobbiamo concentrarci sui prossimi appuntamenti, cruciali per la nostra stagione in corso.”

“Per essere alla prima sua partecipazione nel CIRA” – gli fa eco Francesco Stefan (presidente Xmotors Team) – “devo dire che Boštjan ha gratificato l'impegno messo in campo da noi di Xmotors Team, da La Superba e da MS Munaretto. Con tutti i protagonisti del campionato, dotati di maggiore esperienza su queste strade e con alcuni di loro che erano pure in casa, chiudere quarti assoluti è un risultato notevole. Grazie a tutti i partners che ci hanno creduto. Ora non ci resta che chiudere, tra pochi giorni, la nostra stagione 2022 con il bersaglio grosso.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rally Trofeo ACI Como: al debutto comasco Avbelj rimane ai piedi del podio

TrevisoToday è in caricamento