Andrea Bargnani ha rescisso col Baskonia e il Treviso Basket ci ha provato: "Grazie, ma no"

Il "Mago", martoriato dagli infortuni e da una lombalgia che lo tiene fermo ormai da febbraio, ha declinato l'offerta della TVB per i playoff di A2. La società torna quindi sul mercato

TREVISO Andrea Bargnani (seguito da YouFirst-SportLab) sta in queste ore definendo la risoluzione consensuale dell’accordo 1+1 firmato nell’estate 2016 con il club spagnolo del Baskonia Vitoria, che ha già ufficializzato comunque il divorzio dall’atleta azzurro. Il lungo romano ha disputato solo 31 gare (15 di campionato, 14 di Eurolega e 2 di Copa del Rey) sulle 66 disputate finora dal club basco, totalizzando 9.9ppg e 2.1rpg in 18.2mpg. Il giocatore, inattivo dallo scorso febbraio a causa di una lombalgia, ha però subito lasciato cadere le proposte di Reggio Emilia (che lo voleva per sostituire Cervi nei playoff di A) e Treviso (per un suggestivo ritorno per i playoff di A2 nella città che tramite la Benetton lo aveva lanciato verso la prima scelta assoluta nel draft NBA 2006) chiudendo così anzitempo la stagione.

La De Longhi però (girone Est), come riporta "Spicchi d'arancia", prosegue la caccia a un rinforzo nello spot di ala piccola o ala forte in vista dei playoff, anche in quota stranieri con l'eventuale necessità del turnover con Zoltan Perl e Jesse Perry. Saltate le piste per il 32enne americano (con passaporto italiano, 11.1ppg e 6.4rpg in 22.7mpg) Christian Burns (Hart Sports-WIN Basketball), non ceduto da Brescia che è ancora in corsa per i playoff, e per il 28enne esterno Pavle Marcinkovic (XL Basketball-DoubleB) che, come due mesi fa, ha rifiutato nuovamente di lasciare il club croato del KK Zagabria per la A2, il profilo valutato più attentamente come straniero di scorta è ora Tomislav Gabric (Pepi Sport-Players Group), 22enne ala croata (2.04 m, 95 kg) che ha chiuso la scorsa settimana la stagione romena con il Pitesti (12.4ppg e 5.2rpg). Senza esito invece gli assalti a JaJuan Johnson e Christian Eyenga, così come quelli per Michele Antonutti e l'ex Jakub Wojchiekowski che erano legati all’esclusione aritmetica di Pistoia e Cremona dai rispettivi obiettivi stagionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento