menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bas Van de Goor, ex stella olandese del Sisley Volley, annuncia di avere un tumore

Il forte centrale dei Paesi Bassi, dopo essere stato diagnosticato nel 2003 come affetto da Diabete di Tipo 1, ora dovrà combattere anche contro un improvviso tumore

TREVISO Gli appassionati di volley se lo ricordano ancora quando saltava a muro bloccando tutti i palloni avversari grazie alle sue lunghe leve, aiutato da un altezza impressionante di 2.09cm. Bas van de Goor era un personaggio, amato da tutti e riconoscibile anche da lontanissimo per i suoi capelli rossicci e ricci. Un giocatore formidabile che inizio la sua carriera in Italia nel 1994 con la Daytona Las Modena in A1, per poi concludere il suo percorso nel Belpaese con due anni alla Sisley Volley dove vinse due Supercoppe Italiane e persino uno Scudetto nel 2001.

Atleta molto intelligente, gentile e disponibile, il 45enne Bas ha giocato sette campionati in Italia, ha vinto tre scudetti (e 3 Champions League) e nella storia del campionato italiano di pallavolo solo due stranieri hanno vinto più scudetti di lui: Peter Blangé e Matey Kaziyski. Con la nazionale olandese ha poi vinto anche l’oro ad Atlanta 1996 e l’Europeo 1997. Non contento però di quanto realizzato da pallavolista, nel ruolo di centrale, una volta appesi le "scarpe al chiodo" nel 2005 ha deciso poi di iniziare una carriera da allenatore dove aveva esordinto nel professionismo, ossia nella sua Dynamo Apeldoorn (gli amanti di questo sport ricorderanno ancora il suo addio al volley giocato con una festa in suo onore il 3 ottobre 2005 proprio a Apeldoorn con una partita tra una rappresentativa olandese e gli ex-compagni Vullo e Bracci).

Nei giorni scorsi però il sorriso che lo ha sempre contraddistinto ha lasciato spazio ad un'espressione più triste, frutto di un momento difficile che l'ex stella della Sisley stra attraversando. In queste ultime settimane infatti, come ha postato su Facebook, a Bas è stato diagnosticato un linfoma: "Ho una brutta notizia per voi: ho scoperto di avere un linfoma. Non appena capiremo di che cosa si tratta specificatamente verrà elaborato un piano di trattamento che inizieremo a breve. Ora dovrò quindi concentrarmi sulla cura di questa malattia e avrò meno tempo per la Fondazione (in seguito alla diagnosi di diabete, nel 2003 ha creato una Fondazione col suo nome per supportare nella pratica sportiva le  persone affette dalla sua stessa malattia, n.d.r.) che continuerà comunque la sua attività grazie all’impegno e al sostegno dei miei colleghi". Non ci resta quindi che fargli un grande in bocca al lupo, sicuri che vincerà anche questa partita!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Monastier, nuova tecnica 3D per gli interventi a spalla e ginocchio

  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento