rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Basket

Serie A2, la Podolife Treviso resiste solo un tempo: poi Castelnuovo Scrivia impone la sua legge

Treviso ancora in emergenza gioca un primo quarto di grande livello. Poi la capolista cambia marcia e porta a casa l'intera posta

L'Autosped Castelnuovo Scrivia risponde alla vittoria del Sanga Milano ed espugna il parquet della Podolife Treviso con un chiaro 36-58.

La capolista passa alla Palestra Pascale con +22 di scarto frutto di una grande prova di solidità difensiva. Treviso, di contro, gioca un ottimo primo tempo, 15-14 e 12-8 i parziali che mandano al riposo sul 27-22 per le padrone di casa.

Ma poi l'Autosped blinda il canestro, solo 9 punti concessi nei secondi 20 minuti di gioco, e dilaga fino a conquistare la vittoria.

La partita - Egwho accende la sfida nei primi minuti punendo più di una volta le ospiti, non sempre puntuali nelle rotazioni difensive; castelnovesi che faticano a trovare il canestro, specie dall’arco, ma che restano in scia con Bonasia, Gianolla e Premasunac prima dei 6 punti filati di Marangoni che portano al primo vantaggio esterno (12-10) che però ha vita breve con le due compagini che arrivano alla sirena del 10′ quasi appaiate, con le trevigiane avanti di una incollatura (15-14).

La seconda frazione è sicuramente quella peggio giocata dalle Giraffe che continuano a litigare con i ferri del PalaPascale segnando la miseria di 4 punti (Gatti e Premasunac) nei primi 8′ di gioco; la difesa però concede poco alle locali e così il vantaggio interno rimane sempre entro la doppia cifra, toccando al massimo il +9 (27-18 al 18′) prima che un 4-0 esterno riporti in linea di galleggiamento l'Autosped che va al riposo con "solo" un -5 (22-27)

Negli spogliatoi Coach Molino tocca le giuste corde delle proprie giocatrici ed al rientro in campoCastelnuovo Scrivia pare trasformata anche se, inizialmente, il gran lavoro fatto nella propria metà campo non sempre trova l’adeguata concretizzazione nell’altra metà; neppure il terzo fallo di Bonasia, richiamata in panchina dopo aver segnato i primi 4 punti della ripresa, ferma la rimonta castelnovese che con Premasunac e la tripla di Marangon arriva al sorpasso (29-31).

Treviso, che ha segnato solo 2 punti nei primi 6′, prova a reagire ma le ospiti sentono l’odore del sangue e cominciano ad azzannare alla giugulare le avversarie, allungando con i liberi di Smorto ed i punti di Premasunac e confezionando il +8 del 30′ (40-32) con 5 punti della solita Marangoni.

Break che è una mazzata per il morale delle venete che, oltretutto, subiscono un 12-0, triple di Baldelli (2) e Smorto e 3 punti di Gatti, nei primi 5′ dell’ultima frazione, precipitando fino al -20 (32-52) che è più di una pietra tombale sulle ambizioni della Podolife; anche perchè la reazione delle padrone di casa è blanda e trova, ogni volta, la pronta reazione delle Giraffe.

Il tabellino di Podolife Treviso - Autosped Castelnuovo Scrivia 36 - 58 (15-14, 27-22, 32-40, 36-58)

PODOLIFE TREVISO: Zagni NE, Vespignani* 3 (0/1, 0/2), Diodati 2 (0/1, 0/1), Amabiglia NE, Gatti* 7 (3/7 da 2), Egwho* 12 (6/9 da 2), Rosset* 2 (1/6, 0/2), Tramontin, Cagossi, Gini 6 (0/2, 2/6), Ramò* 2 (1/7, 0/1), Volpato 2 (1/5 da 2) Allenatore: Iurlaro F.

Tiri da 2: 12/38 - Tiri da 3: 2/13 - Tiri Liberi: 6/10 - Rimbalzi: 32 6+26 (Gatti 7) - Assist: 9 (Rosset 4) - Palle Recuperate: 4 (Volpato 2) - Palle Perse: 15 (Vespignani 4)

AUTOSPED CASTELNUOVO SCRIVIA: Marangoni* 16 (2/4, 3/5), Bernetti, Premasunac* 12 (6/10, 0/1), Rulli NE, Bonasia* 6 (3/4, 0/2), Leonardi*, Baldelli 6 (0/2, 2/6), Gianolla* 4 (2/3, 0/4), Ravelli NE, Smorto 7 (1/3, 1/4), Castagna, Gatti 7 (3/5 da 2) Allenatore: Molino N. Tiri da 2: 17/34 - Tiri da 3: 6/26 - Tiri Liberi: 6/9 - Rimbalzi: 44 12+32 (Premasunac 15) - Assist: 14 (Marangoni 7) - Palle Recuperate: 5 (Bonasia 2) - Palle Perse: 14 (Marangoni 5)

Arbitri: Zanetti S., Capatan V.

IL VIDEO COMPLETO DELLA PARTITA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A2, la Podolife Treviso resiste solo un tempo: poi Castelnuovo Scrivia impone la sua legge

TrevisoToday è in caricamento