rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Basket

Serie A2, PosaClima Ponzano battuta nello sconto salvezza con Alpo: 70-75 il finale

Le biancoverdi avevano bisogno di una vittoria di +9 per raggiungere le veronesi in classifica. Ora si fa dura

Terza giornata di ritorno del Campionato di Serie A2 di basket femminile. In scena, al Palacicogna, la sfida tra Posaclima Ponzano ed Ecodent Alpo. Entrambe le formazioni si trovano negli ultimi posti della graduatoria, Ponzano a quota 6 mentre Alpo a quota 8.

Una vittoria delle biancoverdi, di almeno 9 punti, poteva valere il sorpasso in classifica. Ma è andata diversamente. Le ospite hanno vinto 70-75 facendo un passo decisivo nella corsa salvezza.

L’inizio è uno shock! Rosignoli e Diene aprono il match per la prima mini fuga Ecodent. Rosignoli e Turel colpiscono da lontano ed è 0-10! Iuliano dalla lunetta sblocca il tabellino per Ponzano maMarinkovic, appena alzatasi dalla panchina segna ancora da dietro l’arco per l’1-14!

La valanga veronese non è finita: quando Moriconi segna allo scadere per il +18 coach Gambarotto ferma il match dopo (1-19). Al rientro in campo, la Posaclima cambia faccia: si sblocca Tivenius con un 2+1, Gobbo ci mette la garra giustà e finalmente inizia la gara! I primo quarto si chiude sul 6-19 Alpo.

La Poaclima c’è, ma il quarto si apre con una tripla da lontanissimo di Turel. Mioni risponde dalla lunetta con un viaggio senza errori, segna anche Tivenius dalla linea della carità e Ponzano torna sotto di 13 lunghezze (9-22).

Sale in cattedra la lunga svedese ma Moriconi spegne subito l’entusiasmo del Palacicogna. Ponzano scivola di nuovo sotto di 16 lunghezze ma Varaldi con personalità mette a segno il primo tiro da 3 per le biancoverdi. Si sblocca anche Pellegrini e coach Soave sul +11 ferma il match. Negli ultimi minuti i viaggi in lunetta di Alpo mantengono la Posaclima a distanza di sicurezza. Ponzano risponde dal campo con Favaretto e con i liberi di Pellegrini per il 19-35 di fine primo tempo.

Il secondo tempo inizia con Diene che trova due punti spalle canestro; capitan Gobbo suona la carica e con la tripla di Tivenius Ponzano si ritrova sul -13. Una fantastica Rosignoli risponde con la stessa moneta e riporta Alpo sul +16.

Il duo Tivenius-Gobbo tiene la bianvocerdi aggrappate alla partita, ma Rosigoli spegne per l’ennesima volta il momento positivo della Posaclima. Il pitturato si colora di blu e giallo, con Tivenius che domina sotto i tabelloni (28 punti e 14 rimbalzi alla fine). Rosignoli però è chirurgica e coach Gambarotto deve chiamare timeout sul 32 a 47 Ecodent. La Posaclima è viva: Favaretto, Tivenius, e Pellegrini riportano Ponzano sul -10, ma ancora una volta Alpo ci mette una pezza, questa volta con Mancinelli, per 41 a 51 all’ultima pausa.

Pellegrini accende il Palacicogna con la sua seconda tripla che vale -7, ma per l’ennesima volta la Ecodent risponde alla grande: Mancinelli e Marinkovic firmano un 5-0 ridando ad Alpo 12 punti di vantaggio.

Tivenius è immarcabile, ma ora è il momento di Marinkovic che ruba e mette a segno un canestro letale per l’ennesimo +12. Ancora Marinkovic trova ancora il fondo della retina, ma con un paio di minuti da giocare Pellegrini con un 2+1 e Bianchi da dietro l’arco riavvicinano Ponzano. Una serie di viaggi in lunetta di Favaretto riaprono incredibilmente un match che sembrava finito. Alpo è lucidissima, la terza bomba di Pellegrini e i canestri di Tivenius tengono accese le speranze di rimonta. Vitari però chiude definitivamente i conti, Alpo vince lo scontro salvezza 70-75.

Il tabellino di Posaclima Ponzano-Ecodent Alpo 70-75

POSACLIMA PONZANO: Tivenius 28, Iuliano 3, Varaldi 3, Pellegrini 14, Bianchi 5, Mioni 2, Gobbo 6, Favaretto 9, Pertile, Valli. N.e.: Rosar. All.: Gambarotto.

ECODENT ALPO: Turel 11, Rosignoli 17, Diene 6, Moriconi 11, Mancinelli 12, Marinkovic 12, Soglia 4, Vitari 2, Pastore. N.e.: Fiorentini e Franco. All.: Soave.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A2, PosaClima Ponzano battuta nello sconto salvezza con Alpo: 70-75 il finale

TrevisoToday è in caricamento