menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Beatrice Vio (foto: Facebook)

Beatrice Vio (foto: Facebook)

Bebe Vio si racconta ai ragazzi del carcere minorile di Treviso

Lunedì 12 maggio la giovane campionessa di scherma ha fatto visita all’istituto penale minorile di Treviso per parlare di libertà. La giornata rientra nel progetto "Voci di fuori, voci di dentro"

TREVISO - Una giornata in carcere per parlare di libertà. Ad incontrare i giovani reclusi dell'istituto penale minorile di Treviso, lunedì, è stata Beatrice Vio, per tutti Bebe, campionessa paralimpica moglianese di scherma.

Beatrice ha portato la sua testimonianza ai coetanei reclusi, raccontando loro le difficoltà attraverso le quali è passata per guarire e per raggiungere il traguardo della medaglia d'oro alle Paraolimpiadi.

La coraggiosa atleta moglianese è stata scelta per chiudere il ciclo di incontri del progetto "Voci di fuori, voci di dentro", portato avanti da Cooperativa CSV e VolontariInsieme e Ministero della Giustizia e il Miur Veneto. Il fine del progetto era quello di creare un contatto tra i ragazzi del carcere minorile e i loro coetanei che frequentano gli istituti superiori trevigiani, come il Mazzini, il Palladio, l'Einaudi, il Mazzotti, il Da Vinci e il Duca degli Abruzzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Zona gialla dal 26 aprile, Confcommercio: «Grande iniezione di fiducia»

  • Incidenti stradali

    Scontro in A4 tra due tir e un'auto: morto sul colpo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento