rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Sport

Benetton rugby, il capitano Dewaldt Duvenage continua la sua avventura in biancoverde

Il mediano di mischia sudafricano resterà infatti a disposizione di coach Marco Bortolami come numero 9 e nel frattempo inizierà a intraprendere la carriera formativa da allenatore per i prossimi anni

Il Benetton Rugby è lieto di annunciare che Dewaldt Duvenage continuerà ad essere un Leone sino al 30 giugno 2026. Il capitano dei biancoverdi, uno dei simboli degli ultimi anni della franchigia trevigiana, insieme alla sua famiglia si è ambientato a meraviglia nella realtà trevigiana e ha deciso di indossare per i prossimi tre anni i panni del “giocatore-allenatore”. Il mediano di mischia sudafricano resterà infatti a disposizione di coach Marco Bortolami come numero 9 e nel frattempo inizierà a intraprendere la carriera formativa da allenatore per i prossimi anni.

DD, soprannome di Dewaldt Duvenage, è uno dei giocatori con più talento che abbia mai calcato il prato di Monigo. Un concentrato di tecnica, qualità, esperienza e leadership che non si trova dappertutto. Duvenage è il Leone che ha alzato al cielo la Rainbow Cup nella finale di Monigo del 2021 e si appresterà a raggiungere il club dei centurioni della società trevigiana.

Analizzando la sua biografia, Duvenage è nato a Bellville (Sudafrica) il 22 maggio 1988, pesa 79 kg ed è alto 175 cm. Mediano di mischia dinamico, ha tra le sue caratteristiche principali la rapidità nei movimenti, l’abilità nei passaggi ed un’ottima lettura del gioco. La carriera rugbistica di Duvenage comincia con i Boland Cavaliers, club che partecipa annualmente alla Currie Cup. Dopo due stagioni e mezzo trascorse a Wellington, Dewaldt viene selezionato prima dalla nazionale sudafricana Under 20 per disputare il mondiale di categoria in Galles, e successivamente dagli Stormers per disputare l’allora Super 14. Al termine di quest’ultimo inizia la sua avventura con i Western Province con cui, il 13 giugno del 2009, disputa anche una gara contro i British & Irish Lions. Duvenage prosegue per altre quattro stagioni alternando presenze e campionati con le maglie degli Stormers e dei Western Province prima di trasferirsi, nell’estate del 2013, in Francia, più precisamente a Perpignan. Nei tre anni trascorsi in oro e rosso, tra Top14, Pro D2 e Champions Cup, Dewaldt è tra i giocatori più utilizzati; a parlare per lui ci pensano le statistiche che lo vedono sempre oltre i 1000 minuti giocati a fine di ogni stagione. Il mediano di mischia lascia la Francia nel 2016 per tornare nuovamente in Sudafrica, riprendendo ciò che aveva lasciato: Currie Cup con i Western Province e Super Rugby con gli Stormers. Duvenage arriva a Treviso nell’agosto del 2018, diventando nell’estate del 2021 co-capitano dei Leoni, oltre ad essere una colonna dello spogliatoio trevigiano. Ha totalizzato 90 presenze e 8 mete in maglia biancoverde, oltre ad aver superato da poco le 350 presenze complessive da professionista nella sua carriera. Un traguardo che basta per sottolineare l’esperienza e l’affidabilità di un numero 9 completo.

Le dichiarazioni di Antonio Pavanello, direttore generale del Benetton Rugby: «Quando parliamo di Dewaldt, parliamo di un giocatore che da 5 anni funge da punto riferimento del gruppo e che fin dal suo arrivo ha dato un considerevole contributo affinchè il club potesse compiere i passi in avanti fatti negli ultimi anni. Si tratta di un atleta dalle competenze tecniche ed umane di assoluto livello. Essendo già come giocatore un allenatore in campo, per come gestisce il gruppo e le partite, è stato naturale pensare a lui per un progetto nel medio-lungo termine in una veste da giocatore-allenatore. Comincerà con i giovani dando un contributo al club ed anche al territorio».

«Sono felice di annunciare di aver firmato un ulteriore contratto di tre anni per restare in Benetton Rugby e continuare il mio percorso rugbistico con questa fantastica squadra. È un onore rappresentare questo club storico e portare i suoi colori in giro per il mondo. Negli ultimi anni sono cresciuto sia come giocatore che come persona, grazie al sostegno e alla guida dei miei allenatori, compagni di squadra e di tutto il club. Credo fermamente che questo sia il miglior ambiente per me per sviluppare ulteriormente le mie abilità e raggiungere i miei obiettivi. Sono entusiasta delle opportunità che mi attendono e non vedo l’ora di contribuire al successo della squadra nelle prossime stagioni. Voglio ringraziare la dirigenza del club ed i tifosi per la loro fiducia ed il loro supporto, non vedo l’ora di renderli orgogliosi» spiega Dewaldt Duvenage al momento della firma sul rinnovo triennale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benetton rugby, il capitano Dewaldt Duvenage continua la sua avventura in biancoverde

TrevisoToday è in caricamento