Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport Monigo

Rainbow Cup: Benetton Rugby debutta contro i Glasgow Warriors

Tre nuove regole sperimentali di gioco: la possibilità per i capitani di chiamare un Challenge, il calcio di liberazione dalla linea di meta e la sostituzione di un espulso dopo 20 minuti

Benetton Rugby - Glasgow Warriors

Sabato pomeriggio, 24 aprile (calcio d'inizio alle ore 14 italiane) il Benetton Rugby apre la nuova avventura nella Guinness Pro14 Rainbow Cup. La formazione di Kieran Crowley dopo un’annata contraddistinta da un’ottima avventura in Challenge Cup, ma anche da un difficile campionato, vuole cominciare bene nell’esordio casalingo contro i Glasgow Warriors.

Per il debutto nella competizione, i Leoni attendono a Monigo gli scozzesi che nell’ultimo Pro14 hanno concluso al quarto posto nella Conference A con sei vittorie e dieci sconfitte. Nella storia del campionato celtico il Benetton Rugby ha sconfitto Glasgow 3 volte su 18 precedenti, con 15 vittorie a favore degli scozzesi. La sfida sarà diretta dall’arbitro italiano Marius Mitrea (alla 100esima designazione in Guinness Pro14) e dagli assistenti connazionali Gianluca Gnecchi e Matteo Liperini. Al Tmo Stefano Penné. Inoltre per questa Rainbow Cup saranno applicate per la prima volta tre nuove regole sperimentali di gioco, vale a dire la possibilità per i capitani delle squadre di chiamare un Challenge durante la gara, il calcio di liberazione dalla linea di meta e la sostituzione di un giocatore espulso dopo 20 minuti di gioco. Match in diretta su Dazn e, testualmente, sulla pagina Twitter ufficiale di Benetton Rugby con l’hashtag #BENvGLA.

Benetton rugby: la formazione

Kieran Crowley e lo staff tecnico hanno imposto il XV del match contro i Warriors consapevoli di alcuni giocatori infortunati, ma anche di altri giocatori pronti al rientro. Perciò l’head coach biancoverde per domani ha costruito un triangolo allargato costituito da Jayden Hayward come estremo, mentre le ali saranno a destra Leonardo Sarto e a sinistra Monty Ioane. Al centro spazio per Ignacio Brex e Marco Zanon. La mediana è diretta all’apertura da Paolo Garbisi, e la mischia sarà gestita dal capitano Dewaldt Duvenage. Il pacchetto di mischia è eretto in prima linea dai piloni Thomas Gallo e Filippo Alongi, con tallonatore Corniel Els. Seconda linea italiana in mano a Niccolò Cannone e Federico Ruzza. Il pack si completa con la terza linea formata dai flanker Riccardo Favretto e Michele Lamaro. Chiude il reparto degli avanti il numero 8 Toa Halafihi. A disposizione: 16 Gianmarco Lucchesi (10), 17 Tomas Baravalle (53), 18 Ivan Nemer (11), 19 Irné Herbst (59), 20 Manuel Zuliani (14), 21 Alberto Sgarbi (248), 22 Luca Petrozzi (19), 23 Edoardo Padovani (7). Tra parentesi le presenze in Benetton Rugby. Indisponibili: Marco Barbini, Tommaso Benvenuti, Matteo Drudi, Hame Faiva, Simone Ferrari, Marco Lazzaroni, Luca Morisi, Sebastian Negri, Tiziano Pasquali, Giovanni Pettinelli, Nicola Quaglio, Joaquin Riera, Eli Snyman, Luca Sperandio, Braam Steyn, Cherif Traoré e Federico Zani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rainbow Cup: Benetton Rugby debutta contro i Glasgow Warriors

TrevisoToday è in caricamento