Dopo il ko con Cardiff la Benetton cerca riscatto, Quaglio: «C’è molto rammarico»

Ora per i Leoni arriva un avversario durissimo, i francesi del Lione

Quaglio

Davanti alla telecamera di BEN TV, Nicola Quaglio, prova a dimenticare la gara di sabato scorso contro Cardiff. «C’è molto rammarico dopo la gara buttata via contro i Blues, perdere in questa maniera, è molto brutto e fa male. In settimana abbiamo comunque rialzato la testa, pensando positivo e convincendoci di andare a Lione per fare una grande partita. In primis abbiamo analizzato dove siamo stati carenti sabato pomeriggio, successivamente abbiamo lavorato in maniera specifica per eliminare questi difetti che ci hanno fin qui condizionato. Noi avanti abbiamo avuto qualche difficoltà nella gestione dei drive in fase difensiva e siamo stati messi in difficoltà in mischia chiusa, ed è proprio su queste due fasi che lavoreremo in vista dell’incontro contro Lione».

Che partita vi aspettate? «Sarà un match duro, mischia e drive sono i loro punti di forza. Teniamo conto che sono primi in classifica in TOP14, hanno un pacchetto di avanti tosto e pesante, ma noi siamo consapevoli di quali sono i nostri punti di forza. Dovremo cercare di imporre il ritmo che abbiamo in Guinness PRO14, cosa alla quale le squadre francesi non sono abituate, cercando di muovere il più possibile l’ovale per sfiancare i loro avanti e di conseguenza trovare dei varchi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Capitano Sgarbi ha detto che sta vedendo la stessa forma dello scorso anno, manca poco per raggiungere gli obiettivi preposti? «Ha ragione il capitano, stiamo facendo in effetti delle grandi partite, ma i risultati non arrivano. E’ un peccato perché siamo una squadra a cui piace muovere la palla, tenere un ritmo alto e tutto fa pensare che i risultati possano arrivare da un momento all’altro. Speriamo di essere un po’ più fortunati da qui in avanti, anche se sappiamo bene che la fortuna bisogna crearla curando ogni minimo aspetto, studiando le situazioni ed i propri ruoli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Una folla commossa per dare l'ultimo saluto al piccolo Tommaso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento