Benetton Rugby, Lazzaroni e Negri prolungano il contratto

Sebastian Negri e Marco Lazzaroni si sono legati al club trevigiano rispettivamente sino al 30 giugno 2022 e 30 giugno 2023. I due giocatori sempre più punti fermi della squadra

Dopo le conferme di due importanti tasselli del mosaico biancoverde per i prossimi anni, il Benetton Rugby è lieto di annunciare i prolungamenti dei contratti di due avanti che in queste stagioni hanno mostrato impegno, dedizione ed attaccamento alla maglia.

Sebastian Negri e Marco Lazzaroni si sono infatti legati al club rispettivamente sino al 30 giugno 2022 e 30 giugno 2023. Il primo, terza linea arrivato a Treviso nell’estate del 2017, proveniente dall’Hartpury Rugby Football Club è nato a Marondera (Zimbabwe) il 30 giugno 1994. Avanti versatile, alto 195cm per 110kg, ha tra le sue caratteristiche principali la rapidità nei movimenti, l’abilità nel gioco alla mano oltre che un’importante forza fisica che gli consente rompere i placcaggi avversari ed essere un pericolo per le loro difese. Negri comincia a giocare a rugby all’età di sei anni alla Springvale House School in Zimbabwe prima di trasferirsi in Sud Africa dove ha frequentato la Clifton Nottingham School. Successivamente riceve una borsa di studio sportiva per l’Hilton College. In Under 18 entra a far parte dell’Academy della squadra sudafricana dei Natal Sharks. Quindi l’approdo in Currie Cup in seguito alla proposta della Western Province. Ad oggi le presenze di Seb con la maglia dei Leoni sono 39 e 15 i punti fatti. Le statistiche della stagione in corso lo vedono con 61 carries essere il primo dei biancoverdi, insieme a Steyn, oltre ad avere una percentuale del 91% di efficacia nei placcaggi fatti. Infine le origini milanesi del padre ed il talento dimostrato, permettono a Negri di vestire la maglia azzurra della nazionale italiana a soli 19 anni, in occasione della Junior World Cup del 2013. Dopo le 9 presente in Under 20, la sua carriera prosegue con la Nazionale Emergenti. Il 18 giugno 2016 in occasione del tour estivo, Negri viene chiamato dall’ex CT Conor O’Shea collezionando difatti i primi due caps con la Nazionale Maggiore nelle vittorie contro Stati Uniti e Canada. Al momento Seb ha collezionato 22 caps in azzurro partecipando anche a 2 Sei Nazioni ed una Coppa del Mondo. Queste le parole di Negri al momento della firma: «Sono molto felice di firmare e continuare il mio viaggio con il Benetton Rugby. Credo che il club si stia muovendo nella giusta direzione ed ho un forte desiderio di giocare un ruolo importante nella storia di questa società. Abbiamo raggiunto un equilibrio tra giocatori ed allenatori e questo è importante per raggiungere i nostri obiettivi nel prossimo futuro. Non vedo l’ora di rendere orgogliosi i nostri sostenitori».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lazzaroni, nato ad Udine il 18 maggio 1995, 191cm per 110kg, è cresciuto rugbisticamente nelle fila della Leonorso per poi passare nella stagione 2012/2013 nelle nostre giovanili. L’anno successivo fa il suo esordio nel massimo campionato italiano con la maglia del Mogliano Rugby. Seconda e terza linea dalle importanti doti fisiche, nell’estate del 2015 concluso il cammino in Eccellenza ritorna nel Benetton Rugby; questa volta in prima squadra ritagliandosi stagione dopo stagione un minutaggio sempre maggiore. Entrato a far parte del Club 100 biancoverdi nella stagione in corso, oggi sono già 108 le presenze di Marco e 35 i punti realizzati. In azzurro Lazzaroni ha rappresentato l’Italia con la Nazionale U18, U20, Emergenti sino alla meritata chiamata della Nazionale Maggiore. 4 ad oggi i suoi caps in azzurro ed attualmente, come Negri, fa parte del gruppo selezionato dal CT Franco Smith in vista del Sei Nazioni 2020. Il pensiero di Lazzaroni sul prolungamento di contratto: «Volevo ringraziare la società e lo staff per la fiducia e gli stimoli che continuano a darmi, anno dopo anno. E’ un onore ed una grande responsabilità per me fare parte di questo progetto ormai ben consolidato. La mia volontà, sempre maggiore, è quella di lasciare un segno indelebile in questo club che mi ha cresciuto e a cui non sarò mai grato abbastanza». «Prolunghiamo i contratti di due giocatori come Seb e Marco, i quali sono da esempio per il fortissimo attaccamento mostrato nei confronti della nostra maglia e nei quali crediamo come punti fermi per il futuro del club. Nel rifiutare proposte importanti dall’estero, Negri ha compiuto un gesto che, oltre a farci piacere, ci ha resi molto orgogliosi. Il suo contributo in fase offensiva e la forza in fase difensiva fanno di lui un ottimo tassello in vista dei prossimi anni. Pensiero analogo per Marco che, a soli 24 anni, ha già superato le 100 presenze in biancoverde. Un traguardo importante e meritato per un ragazzo che si prefigge standard elevati in tutto quello che fa. La convocazione in nazionale maggiore è la giusta ricompensa per un giocatore che si è sempre messo a disposizione della squadra e che in campo fa quel tanto utile lavoro “sporco”» ha concluso il direttore sportivo Antonio Pavanello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento