Benetton Rugby: i piloni Appiah e Traore rinnovano con i Leoni

Il Ds Pavanello: "Con loro confermiamo un reparto che negli ultimi anni ha dimostrato di essere altamente affidabile, tanto da rendere la nostra mischia tra le tre migliori del Pro14"

La conferma di altri due piloni per consolidare il pack biancoverde. Il Benetton Rugby ha comunicato i prolungamenti dei contratti dei piloni Derrick Appiah e Cherif Traore, rispettivamente fino al 30 giugno 2021 e 30 giugno 2022. I due prima linea rappresentano la 17esima e la 18esima conferma nella rosa dei Leoni in vista delle prossime stagioni completando di fatto le ufficializzazioni dei contratti definiti negli scorsi mesi.

Nato a Modena il 19 luglio 1994, pilone da 118 kg x 185 cm, Appiah cresce rugbisticamente tra Modena Junior Rugby club e Accademia di Parma. Successivamente passa per due stagioni, dal 2013 al 2015, al Mogliano Rugby raccogliendo le prime presenze in Eccellenza e in Challenge Cup, oltre ad appartenere stabilmente all’Italia U20. Derrick si mette in mostra per le sue notevoli doti in mischia e al placcaggio, tanto che i Worcester Warriors decidono di portarlo in Inghilterra. Nelle due stagioni trascorse con i Guerrieri partecipa alla Challenge Cup e alla Anglo-Welsh Cup, inoltre tramite le dual registration fa il suo esordio in Championship con la maglia del Nottingham e con quella dei London Scottish, poi anche in Guinness PRO12 con quella di Edimburgo. Nell’estate 2017 torna a Richmond dove disputa l’intera stagione collezionando 21 presenze tra Championship e British and Irish Cup, oltre che apparire alla Nations Cup con la Nazionale Emergenti Italiana.

Da giugno 2018 è un Leone e al Benetton Rugby ha sinora totalizzato 19 presenze tra Guinness PRO14 e Challenge Cup, impreziosite da una meta. Lo scorso ottobre è stato vittima della rottura del tendine d’Achille della gamba sinistra, ma ora è pronto per tornare a giocare. Queste le parole di Appiah: “Ringrazio il club per avermi dato la possibilità di continuare ad indossare questa maglia. In questi mesi ho lavorato duramente per poter recuperare il prima possibile dall’infortunio; adesso sono pronto e non vedo l’ora di poter scendere nuovamente in campo e lottare insieme ai miei compagni di squadra”.

Cherif Traore, pilone originario della Guinea classe ’94, 184 cm x 116kg, è arrivato in Italia all’età di 7 anni e da allora ha iniziato a muovere i primi passi con la palla ovale tra Parma e Viadana. A seguito di due stagioni trascorse in Eccellenza con le maglie dei Cavalieri Prato nel 2013/2014 e nel Rugby Viadana nel 2014/2015, nel giugno del 2015 approda in Ghirada. Tra le sue caratteristiche principali una grande potenza in attacco e una forte aggressività in difesa, oltre ad un ottimo lavoro in mischia chiusa. In maglia Benetton Rugby dal giugno 2015, Traore ha impacchettato 63 apparizioni, divise fra Guinness PRO12, Guinness PRO14, Champions Cup e Challenge Cup, condite da una meta. In grado di ricoprire sia la posizione di pilone sinistro che destro, il biancoverde ha inoltre raccolto diverse presenze con la Nazionale italiana U20 e 10 caps in Nazionale Maggiore, ripartiti fra 5 presenze in Test Internazionali e 5 nel Sei Nazioni 2019. “Non ho avuto alcun dubbio sul rinnovo, ho sempre sentito la fiducia di tutti. Il Benetton è una seconda famiglia per me, sono pronto ad accettare questa nuova sfida e ci impegneremo tutti insieme per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati come squadra. Darò sempre il massimo e spero inoltre di riconquistare la maglia della nazionale.” ha dichiarato Traore al momento del rinnovo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste le dichiarazioni del Ds Pavanello sulle due conferme: “Con le firme di Appiah e Traore confermiamo il reparto dei piloni che negli ultimi anni ha dimostrato di essere altamente affidabile, tanto da rendere la nostra mischia tra le tre migliori del PRO14. Inoltre la loro mobilità e fisicità ci consentono di essere maggiormente efficaci anche nel gioco aperto”. Il direttore ha poi proseguito dicendo: “Per Derrick è certamente stata una stagione sfortunata a causa dell’infortunio al tendine d’Achille, nei mesi successivi ha lavorato duramente per recuperare e la sua conferma vuole essere anche una dimostrazione di stima e fiducia nei suoi confronti. Cherif è invece alla quinta stagione con noi, negli anni ha dimostrato continui miglioramenti e soprattutto di essere in grado di ricoprire egualmente il ruolo sia di pilone sinistro che destro facilitando di fatto il suo impiego oltre a dare delle importanti soluzioni tattiche al nostro staff tecnico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento