Disfatta Benetton Rugby a Parigi: il Racing Metro passa per 53-7

Nulla da fare per gli uomini biancoverdi di Coach Casellato, troppo forti li atleti francesi del Racing che bissano il successo dell'andata a Monigo

Una foto del match con Charteris in azione (immagine Benetton)

TREVISO - Sconfitta per il Benetton Treviso nella quinta giornata di Champions Cup contro un Racing Metro 92 in piena corsa per il passaggio del turno con i Northampton Saints.

La prima emozione al 10' con la marcatura dei parigini. Imhoff finta il passaggio e disorienta Andrea Pratichetti, creando il varco giusto e servendo, poi, sul placcaggio di Edoardo Gori, all'interno Chavancy che arriva in meta nonostante l'estremo tentativo di Simone Ragusi. Poche emozioni e gioco, come prevedibile, in mano ai padroni di casa, che hanno la necessità di prendere il punto di bonus offensivo. La seconda meta arriva al 30' dopo una serie di penetrazioni ravvicinate, dove si mette in evidenza soprattutto il pilone sudafricano Mujati. Da una ruck si presenta l'estremo Lapeyre come mediano di mischia, che parte inserendosi tra Antonio Pavanello e Matteo Zanusso e riuscendo ad allungarsi fin oltre la linea schiacciando di prepotenza.

I biancazzurri iniziano a trovare il ritmo che vogliono, con diversi break e pericoli creati alla difesa biancoverde. Da uno di questi, arriva un calcio di punizione giocato per la rimessa. Palla conquistata da Charteris ed immediato maul che porta oltre la linea il capitano Szarzewski. Nel finale della frazione di gioco anche la prima azione offensiva ospite, con un'ottima giocata di Joe Carlisle per il "buco" di Enrico Bacchin. Palla al largo per Simone Ragusi che arriva vicino alla meta ma viene placcato prima. Il tempo termina così con il parziale di 19-0.

La ripresa comincia male per i Leoni che restano con un uomo in meno per il cartellino giallo comminato a Rupert Harden.  Dall'azione successiva il Metro trova la quarta meta ricercata ancora una volta con il proprio tallonatore, che più tardi - prima di lasciare il campo - concede anche il tris. La reazione del XV della Marca, tuttavia, non manca ed arriva con un'ottima lettura di gioco di Michele Campagnaro che, con un intercetto, si crea lo spazio buono per la meta dei suoi: 29-7. E' solo una piccola illusione per Antonio Pavanello e compagni che subito dopo devono subire la sesta meta di giornata con un coast to coast dell'argentino Imhoff.  Nel finale, ancora l'ala Pumas che concede il bis assieme a Lapeyre ed una meta tecnica aumentano il divario per un risultato di 53-7.

MARCATORI: pt 10' Chavancy meta tr. Machenaud; 30' Lapeyre meta tr. Machenaud; 37' Szarzewski meta; st 2' e 16' Szarzewski meta; 18' Campagnaro meta tr. Carlisle; 21' Imhoff meta tr. Dambielle; 29' meta tecnica Racing Metro 92 tr. Dambielle; 31' Imhoff meta; 39' Lapeyre meta.

RACING METRO 92: Lapeyre; Imhoff, Laulala (st 25' Audrin), Chavancy, Andreu; Dambielle, Machenaud (st 19' Phillips); Claassen, Le Roux, Lauret (st 22' Gerondeau); Van der Merwe (st 17' Lavinini), Charteris (st 32' Kruger); Mujati (st 17' Desmaison), Szarzewski (st 17' Lacombe), Ben Arous (st 17' Brugnaut). All. Travers/Labit.

BENETTON TREVISO: Esposito; Ragusi, Campagnaro, Bacchin, Pratichetti; Carlisle, Gori; Minto, Zanni, Swanepoel; Fuser (st 21' Vallejos), Pavanello (st 32' Luamanu); Harden, Anae (st 32' Kudin), Zanusso (st 21' Novak). A disp.: Garfagnoli, Barbini, Lucchese, Ambrosini. All. Casellato.

ARBITRO: Doyle della Federazione Inglese.

NOTE: pt 19-0; cartellino giallo a: Harden (st 1'); Heineken man of the match: Dimitri Szarzewski (Racing Metro 92); calciatori: Racing Metro 92 4/9 (Machenaud 2/4, Dambielle 2/4, Lapeyre 0/1), Benetton Treviso 1/1 (Carlisle 1/1); punti in classifica: Racing Metro 92 5, Benetton Treviso 0.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento