menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La meta di Campagnaro (Foto Benetton)

La meta di Campagnaro (Foto Benetton)

Grande cuore Benetton: vinto per 17-15 il derby contro le Zebre

In 12 contro 15 i trevigiani attuano un'ottima prestazione difensiva e trovano la meta con Gori. Abbandonato l'ultimo posto in classifica

TREVISOCentesima partita celtica e secondo derby che finisce tra i festeggiamenti per il Benetton Treviso che esce vincitore da Monigo con una grande prova di cuore e sacrificio. A portarsi in vantaggio sono le Zebre, dopo un errore di Jayden Hayward dalla piazzola, Padovani non fa altrettanto e realizza i primi tre punti. L'estremo biancoverde, tuttavia, replica subito un paio di minuti più tardi. La prima meta arriva dopo il quarto di gara iniziale, con Michele Campagnaro a fare da spia e a trovare l'intercetto che vale il 10-3. La prima frazione di gioco vive molto sul piano tattico e a livello di studio e termina così senza ulteriori emozioni. 

La ripresa si apre con due mete di Sarto annullate dopo revisione del tmo. Le Zebre entrano in campo con alcuni cambi e un piglio diverso e ancora Sarto al 10' arriva vicino alla marcatura pesante dopo un bel break di Haimona, ma stavolta è la difesa trevigiana a tenere e a portare fuori l'ala patavina. La fase più delicata per il XV della Marca inizia tre minuti dopo con il primo cartellino giallo comminato a Matteo Muccignat per un placcaggio irregolare e poi anche Darcy Rae rientrato al suo posto. Si inizia a fare no contest in mischia. Poco dopo anche Enrico Bacchin viene mandato in sin bin per dieci minuti. Le Zebre ne approfittano e trovano la spinta del maul che li porta oltre con Geldenhuys. Ma la reazione di Treviso è incredibile con Edoardo Gori che inventa e finalizza con un grande slalom personale. Jayden Hayward trasforma, mentre Haimona sbaglia un paio di calci. In pieno recupero arriva per le Zebre la meta di Leonard che vale il punto di bonus ed il risultato finale di 17-15.

BENETTON TREVISO-ZEBRE 17-15

MARCATORI: pt 11' Padovani p.; 13' Hayward p.; 22' Campagnaro meta tr. Hayward; st 29' Geldenhuys meta; 31' Gori meta tr. Hayward; 40' Leonard meta tr. Haimona.

BENETTON TREVISO: Hayward; Esposito, Campagnaro, Bacchin (st 35' Morisi), Nitoglia; Christie, Seniloli (st 5' Gori); Budd, Minto (st 1' Zanni), Favaro (st 33' Barbini); Van Zyl, Pavanello; Rae (st 1' Muccignat, st 33' Rae), Giazzon (st 28' Anae), Zanusso (st 33' Novak). A disp.: Fuser. All. Casellato. 

ZEBRE: Odiete; Toniolatti, Iannone, Pratichetti (st 1' Haimona), Sarto; Padovani (st 30' Mi. Bergamasco), Palazzani (st 1' Leonard); Van Schalkwyk, Ma. Bergamasco (st 33' Bernabò), Cristiano; Bortolami (st 10' Biagi), Geldenhuys; Chistolini (st 33' Redolfini), Manici (st 24' Fabiani), De Marchi (st 35' Scarsini). All. Cavinato. 

ARBITRO: Conway della Federazione Irlandese.

NOTE: pt 10-3; cartellino giallo a: Muccignat (st 13'), Rae (st 21'), Bacchin (st 25'), Toniolatti (st 36'); spettatori: 4925; Guinness PRO12 man of the match: Simone Favaro (Benetton Treviso); calciatori: Benetton Treviso 3/4 (Hayward 3/4), Zebre 2/5 (Padovani 1/2, Haimona 1/3); punti in classifica: Benetton Treviso 4, Zebre 1.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento