Sport

A Monigo nella prima amichevole i Leoni cedono 19-28 a Sale

Per la prima uscita prestagionale Bortolami e il suo staff hanno scelto di dare spazio a tutti i giocatori disponibili attualmente, considerando anche i vari permit player

In seguito a sette settimane di prestagione a La Ghirada e l’ultima settimana di ritiro a Calalzo di Cadore, il Benetton Rugby torna in campo per la prima amichevole dell’annata 2021/2022. I Leoni quindi ritornano a disputare un match dopo aver vinto la Rainbow Cup il 19 giugno scorso. I biancoverdi attendono a Monigo i Sale Sharks. Un test di assoluto prestigio per la franchigia trevigiana che ospita la squadra di Manchester della Premiership. E’ inoltre la prima partita dei Leoni guidati dal nuovo head coach Marco Bortolami, e dal rinnovato staff tecnico. Per la prima uscita prestagionale Bortolami e il suo staff hanno scelto di dare spazio a tutti i giocatori disponibili attualmente, considerando anche i vari permit player, consci del fatto che il test con Sale è durato due tempi da 50 minuti, proprio per far tornare a respirare l’aria del campo a tutti.

LA CRONACA

In generale il Benetton ha dato vita ad una prova di buon livello nella prima frazione, mentre nella ripresa è stata vittima della poca disciplina.

Nella prima lunga frazione i padroni di casa vanno subito in meta: da una mischia i Leoni guadagnano un’ottima punizione, Albornoz decide di andare in touche dentro i 22 degli inglesi. Così al 4′, dalla rimessa nasce un maul dirompente e Gianmarco Lucchesi, nel giorno del suo compleanno, dirige il carrettino e schiaccia la prima meta della serata. Il 10 argentino dei Leoni concretizza per il 7-0 casalingo. Gli uomini di Marco Bortolami continuano a macinare gioco, spinti da un Lucchesi in gran forma. Sale però trova la forza di reagire, ma non riesce a capitalizzare a causa di una cattiva precisione dalla rimessa laterale nei 22 trevigiani. Finché al 22′ gli Sharks rimettono le cose in pari. Da un calcio lungo gli ospiti sono più reattivi, Curry si invola e serve Hammersley che sigla la prima marcatura di Sale. Wilkinson trasforma. Al 25′ c’è il primo long break della gara. I Leoni sono abili a difendersi e risalgono il campo grazie ai calci di Coetzee e di Albornoz. Al 35′ c’è un’altra touche nei 5 degli inglesi. La rimessa è ottima, l’ovale arriva a Lorenzo Cannone che con un timing perfetto trova la corsa di Michele Lamaro che alla prima da capitano fissa la meta; Albornoz questa volta non converte dalla piazzola. Al 40′ Sale però va per la prima volta in vantaggio. In mischia sui cinque metri del Benetton, la palla esce veloce e sul ribaltamento di lato Quirke è il più lesto a varcare la linea di meta, con Wilkinson che piazza per il 12-14 degli inglesi. A pochi secondi dal 50′ i Leoni vanno molto vicini alla meta sfruttando un gran break di Albornoz e Sperandio, ma si fermano a pochi metri dalla terza meta per un in avanti. Si va quindi negli spogliatoi col punteggio di 12-14 per gli Sharks.

All’inizio del secondo tempo le squadre sono rivoluzionate, con ambo gli allenatori che propongono tutte le forze fresche disponibili dalla panchina. Non succedono troppe cose rilevanti nei primi quindici minuti della ripresa. C’è da segnalare l’infortunio occorso a Drudi, per cui si assiste a delle mischie no contest per l’assenza di un pilone tra le fila trevigiana, infatti Drudi è sostituito da Nicotera. Ma al 70′ c’è la terza meta degli Sharks, che sfruttano una distrazione dei padroni di casa, battono una rimessa veloce e Neild porta i suoi sul +7, poi la trasformazione di Wilkinson fa andare gli ospiti sul 12-21. I Leoni ora sono meno disciplinati e compiono alcuni falli di troppo. Gli ospiti ora sono più in palla e all’80’ marcano ancora grazie a Curtis Langdon e Tom Curtis ingrassa dalla piazzola. A quindici dal termine poi Drago è ammonito per placcaggio pericoloso. Ma i Leoni in inferiorità numerica non mollano e scrivono la terza meta della serata grazie ad un debordante rolling maul guidato da Giacomo Nicotera. Marin è puntuale e trasforma il 19-28, il risultato con cui termina il match.

IL TABELLINO

Marcature: 4′ meta Lucchesi tr. Albornoz, 22′ meta Hammersley tr. Wilkinson, 34′ meta Lamaro, 40′ meta Quirke tr. Wilkinson; 70′ meta Neild tr. Wilkinson, 80′ meta Langdon tr. Curtis, 94′ meta Nicotera tr. Marin.

Note: 85′ cartellino giallo a Filippo Drago (BEN). Trasformazioni: Benetton Rugby 2/3 (Albornoz 1/2, Marin 1/1); Sale Sharks 4/4 (Wilkinson 3/3, Curtis 1/1).

FORMAZIONE BENETTON RUGBY:

15 Andries Coetzee, 14 Luca Sperandio, 13 Marco Zanon, 12 Joaquin Riera, 11 Monty Ioane, 10 Tomas Albornoz, 9 Callum Braley, 8 Lorenzo Cannone, 7 Michele Lamaro (c), 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone, 3 Tiziano Pasquali, 2 Gianmarco Lucchesi, 1 Federico Zani.

Entrati: Filippo Alongi, Tommaso Benvenuti, Giacomo Da Re, Filippo Drago, Matteo Drudi, Dewaldt Duvenage, Corniel Els, Riccardo Favretto, Alessandro Garbisi, Marco Lazzaroni, Leonardo Marin, Matteo Meggiato, Tommaso Menoncello, Giacomo Nicotera, Edoardo Padovani, Luca Petrozzi, Giovanni Pettinelli, Nicola Piantella, Rhyno Smith, Ratuva Tavuyara, Carl Wegner, Manuel Zuliani.

Head coach: Marco Bortolami

FORMAZIONE SALE SHARKS:

15 Simon Hammersley, 14 Byron McGuigan, 13 Sam James, 12 Sam Hill, 11 Marland Yarde, 10 Kieran Wilkinson, 9 Raffi Quirke, 8 Jono Ross, 7 Sam Dugdale, 6 Ben Curry, 5 Jp Du Preez, 4 Cobus Wiese, 3 Nick Schonert, 2 Akker Van Der Merwe, 1 Bevan Rodd.

Entrati: Arron Reed, Connor Doherty, Denny Solomona, Joe Carpenter, Luke James, Manu Tuilagi, Nye Thomas, Rohan Rensburg, Tom Curtis, Tom Roebuck, Will Cliff, Cal Ford, Curtis Langdon, Cameron Neild, Ewan Ashman, James Phillips, Rouban Birch, Ross Harrison, Simon McIntyre, Tommy Taylor.

Head coach: Paul Deacon.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Monigo nella prima amichevole i Leoni cedono 19-28 a Sale

TrevisoToday è in caricamento