menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A centro Loris Bellè, titolare del ristorante e ideatore del trofeo, durante la premiazione della scorsa edizione

A centro Loris Bellè, titolare del ristorante e ideatore del trofeo, durante la premiazione della scorsa edizione

Calcio e turismo, il 17° Torneo nazionale Ristorante Loris a servizio del territorio

Prosegue il conto alla rovescia: Hotel del Parco Ristorante da Loris, Usd Opitergina e Prodeco Montello scendono in campo per promuovere il territorio

Manca poco al fischio d’inizio del 17esimo "Trofeo nazionale Ristorante Loris", primo torneo Usd Opitergina, competizione riservata alla categoria Esordienti 2007 in programma da martedì 23 a giovedì 25 aprile. Dopo la conferma delle società partecipanti, settori giovanili di spicco a livello locale ma anche nazionale, si attende solamente la redazione del calendario delle partite, che si disputeranno su due campi invertiti negli impianti sportivi di Oderzo e Volpago del Montello. Al timone dell'evento, l'Hotel del Parco Ristorante da Loris, da sempre primo sostenitore della valorizzazione del territorio attraverso lo sport, e l'Usd Opitergina, con la collaborazione del Prodeco Montello. A sfidarsi sui campi di Marca saranno Fiorentina, Cittadella, Padova, Ancona, Udinese, Cjarlins Muzane, Union Feltre, Union Pro, Südtirol, Opitergina, Nervesa, Vicenza, Montebelluna, Pordenone, Triestina, Unione Graticolato, Giorgione Calcio, Luparense, Liventina e Vigontina.

"Questo trofeo in passato ha saputo regalarci grandi soddisfazioni e l'obiettivo è quello di crescere ancora. Siamo arrivati ormai alla 17esima edizione, un traguardo che non vuole essere un punto di arrivo ma di partenza - spiega Loris Bellè, titolare del ristorante e ideatore del trofeo - Il torneo non è solo calcio, ma un volano per il turismo locale. Ogni anno, infatti, sono migliaia gli appassionati che si riversano nel nostro territorio, riconoscendone le peculiarità e creando un indotto per le attività ricettive e non solo. Lo scorso anno, ad esempio, sono stati duemila gli spettatori che hanno assistito alla finale a Conegliano, senza contare quanti hanno presenziato nella fase a gironi. Numeri importanti che per noi sono motivo di orgoglio e ci spronano a migliorarci ogni anno".

Concetto ribadito anche da Giuliano Mascherin, direttore generale dell'Usd Opitergina, società a cui per la prima volta è affidata l'organizzazione: "Lo scorso anno abbiamo ospitato nel nostro stadio la fase eliminatoria del torneo, cogliendone la valenza, la portata e l'importanza a livello nazionale. Quest'anno, quindi, abbiamo accettato volentieri la possibilità di organizzare l'evento, con la volontà di proseguire questo impegno anche in futuro: vogliamo dare un contributo alla nostra città, affinché il trofeo diventi per Oderzo un valore aggiunto, continuativo nel tempo, capace di creare nuove opportunità anche per le nostre attività commerciali. L'impegno dell'Opitergina sarà massimo, con la speranza già dal prossimo anno di allargare la partecipazione anche alle società straniere".

"Abbiamo accolto con entusiasmo la possibilità di ospitare la 17esima edizione del torneo e siamo pronti a dare il nostro contributo - fa sapere Carlo Casagrande, direttore sportivo del Prodeco Montello - Per una società emergente come la nostra, che da poco si sta ritagliando un ruolo di spessore all'interno del panorama calcistico locale, è motivo di orgoglio. Viste le squadre che parteciperanno il ritorno d'immagine è assicurato. Per noi, inoltre, il torneo è l'occasione per promuovere il calcio giovanile, il nostro principale obiettivo: siamo pronti a garantire a quanti affolleranno il nostro impianto un'organizzazione all'altezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento