rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Calcio

5 gol al Montello e per l'Opitergina è salvezza sicura

Dolce congedo. Calando una cinquina segnata con la forza del carattere, l'Opitergina supera un generoso Montello vincendo il proprio campionato, ovvero assicurandosi la salvezza diretta

nonostante la grande determinazione degli opitergini, i primi a rendersi minacciosi sono i montelliani già al 7' con un tiro terminato a lato di Maronilli. La ghiotta occasione conferma che gli uomini di Visentin sono decisi a congedarsi a testa alta dal campionato. Uno spirito battagliero che però sembra non intimorire i ragazzi di Salatin che al 15' si ritrovano la chance per andare in vantaggio, ma Zorzetto sbaglia un rigore in movimento. Passa appena 1', cioè giusto il tempo per l'Opitergina di smaltire il rammarico dell'occasione mancata, ed ecco Cecchin sbucare alle spalle dei difensori e mettere in pratica il detto chi sbaglia, paga superando Vizzo. Il colpo a sorpresa, oltre a far pendere dalla parte del Montello l'incontro, facendo vacillare la sicurezza degli opitergini, pare spostare anche gli equilibri della lotta per evitare i playout. A restituire fiducia ai Leoni di Oderzo tuttavia ci pensa Pignata che, approfittando di una punizione al 25', anzichè andare di potenza come contro il San Donà, stavolta cerca la precisione centrando l'angolino. È l'episodio che, alla lunga, segna non solo il destino del match, ma anche quello dell'Opitergina. A quel punto infatti i biancorossi, ulteriormente spronati dal pari, grazie ai continui recuperi di Daniel e Vidor, ai suggerimenti di un ispirato Carniello e alla spinta offerta da Rocco e Zorzetto, assumono ancor di più il controllo del gioco. Possesso che a sua volta porta, al 37', al vantaggio propiziato da un tiro di Carniello non trattenuto da Trentin e ribadito in rete da Zorzetto.

Secondo tempo

Arriva così il momento dell'intervallo che però non fa calare l'attenzione degli opitergini che, a 7' dal rientro, incrementano ancora il proprio punteggio con Chitolina, veloce nell'appoggiare in rete una conclusione sferrata ancora su punizione da Pignata. Gol che spiana la strada ai Diavoli rossi che, rassicurati dal triplice vantaggio, alla fine trovano pure il modo di rendere ancor più spumeggiante la festa grazie ai tocchi siglati al 32' e al 45' rispettivamente da Carniello e Vidor. Festa a cui si aggiunge per primo Salatin: «Oggi era una partita da giocare con molta testa contro un avversario che sa giocare a calcio bene, ma oggi i ragazzi sono usciti per dimostrare che giocarsi la salvezza all'ultima giornata era una cosa anomala. L'aspetto più importante è stata la capacità di soffrire». Si consola ripensando alla grande prova d'orgoglio offerta dai suoi invece Visentin: «Il nostro primo tempo è stato ottimo. Credo che i miei ragazzi ogni domenica abbiano dimostrato di giocare a calcio e questa è una grande vittoria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

5 gol al Montello e per l'Opitergina è salvezza sicura

TrevisoToday è in caricamento