rotate-mobile
Calcio

Eccellenza, l'Istrana perde 4-0 e retrocede in Promozione

Crollo totale della squadra di Bonaldo che dopo il 2-1 dell'andata viene travolta a Spinea e scende mestamente di categoria

SPINEA - ISTRANA 4-0

Spinea (4-3-3): Urban, Zamengo (29' st Compagno), Marzocchi, Minio, Zanon, Donè, Numi (30' st Barzagh), Beniamin (47' Riccato), Pozzebon, Alessa. Bezze (18' st Alessio Bezze), Penzo (37' st Soligo). A disp. Basso, Vecchiato, Lazzari, Rampin. All. Vianello. 

Istrana (4-2-3-1): Rigo, Campanella, Gasparini (8' st Rigato), Zanin (1' st Vettoretto), Furlanetto, Nobile, Pilotto (22' st Bertin), Doria, Cendron, Fabiano, Facioni (28' st Mazzocato). A disp. Onnivello, Bance, Frassetto, Gallina, Zampieri. All. Bonaldo. 

Reti: pt 17' Pozzebon, 33' Alessa. Bezze; 2' st Pozzebon (r), 36' Barzaghi. 

Arbitro: Malagnino di Castelfranco (assistenti Zoccarato di Padova e Zanon di Vicenza). 

Note: ammonito Pozzebon. Angoli 3-7. Recuperi pt 2'. Spettatori 500 circa. 

Spinea.  Lo Spinea è salvo: nel match di ritorno dei playout i gialloblu battono con un clamoroso poker l'Istrana che scende mestamente in Promozione dopo tanti anni. All'Allende match praticamente a senso unico nel quale la squadra di Vianello gioca un gran primo tempo e chiude la gara a inizio ripresa con un rigore, dubbio per la verità, segnato da Pozzebon. Nel complesso ha fatto veramente poco l'Istrana che dopo la vittoria domenica scorso è letteralmente crollato. 

Divisa classica gialloblu per lo Spinea, schierato da mister Vianello con il 4-3-3: Minio vertice basso della mediana, ali Bezze e Penzo, di punta Pozzebon. Maglia bianca invece per l'Istrana, in campo con il 4-2-3-1: centrocampo a due con Zanin e Doria, Fabiano avanzato a supporto dell'ex Cendron. Al 3' ci prova Beniamin dal limite, palla larga non di molto. Molto simile l'occasione per l'Istrana al 15', in questo caso Urban blocca a terra la conclusione di Zanin. Lo Spinea al 17' passa in vantaggio: incursione sulla sinistra di Bezze dopo una bella azione corale, Pozzebon appoggia in rete da pochi passi. La risposta dell'Istrana non si fa attendere: al 22' va al tiro da dentro l'area l'ex Cendron, Urban in tuffo respinge. Al 23' tiro-cross di Minio sugli sviluppi di un corner, Pozzebon di testa non ci arriva e la sfera termina direttamente in fallo laterale. Lo Spinea continua a spingere nei minuti successivi e al 33' raddoppia: azione insistita dei gialloblu, Bezze carica dai 20 metri e con una gran botta colpisce la parte bassa della traversa e mette in rete quasi all'incrocio. Nei minuti successivi succede ben poco e si va così al riposo sul 2-0 per lo Spinea: vantaggio meritato per i gialloblu, Istrana che ha fatto poco dalle parti di Urban.  

Al rientro dagli spogliatoi azione personale di Bezze che entra in area palla al piede, l'arbitro vede un contatto in area e assegna un calcio di rigore piuttosto dubbio. Dal dischetto va Pozzebon, palla centrale e 3-0 per lo Spinea. Al 3' cross di Pozzebon, colpo di testa di Penzo e parata di Rigo. L'Istrana prova a reagire con una botta dalla distanza di Facioni, palla in angolo dopo probabile deviazione di Urban. I minuti passano inesorabilmente e le possibilità per i trevigiani, a cui servirebbero due gol, diminiuscono sempre di più. Al 30' il neoentrato Mazzocato salta secco Minio ma poi strozza il tiro che esce malamente sul fondo. Lo Spinea attende sornione e chiude i conti al 36' con il subentrato Barzaghi il cui da dentro l'area calcia un rasoterra chirurgico che si infila a fil di palo alla sinistra di Rigo. Crolla completamente l'Istrana che vede l'incubo retrocessione avvicinarsi a grandi passi: al 42' Bezze serve Pozzebon che da due passi colpisce in pieno il palo. Un minuto dopo dall'altra parte ci prova Vettoretto, Urban para con il corpo. Al 48' botta dai 25 di Furlanetto, gran volo di Urban e palla in angolo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, l'Istrana perde 4-0 e retrocede in Promozione

TrevisoToday è in caricamento