rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Calcio

Giorgione, niente fuga

Finisce 1 a 1 una partita scosigliata ai deboli di cuore per i brividi offerti dall'ex di turno Cendron, a cui viene annullato un eurogol in zona Cesarini

Pochi guizzi sul terreno dell'Ostani di Castelfranco, teatro di un'altra sfida tra Giorgione e Godigese. Il derby del cuore della Castellana termina ancora con un pareggio. Più ospiti che padroni di casa. A rompere gli indugi, dopo appena 4' è il difensore Rizzi, quasi fortuitamente. Una punizione da centrocampo si trasforma infatti in assist, per Rizzi che, deviando di nuca, sorprende la difesa di casa, compreso l'estremo Costa. Passano i minuti ed i rossostellati recuperano andando in rete con Gashi. È lui stesso a subire fallo in area ed il direttore di gara Zammarchi non ha dubbi nell'indicare il dischetto. Portiere ospite spiazzato ed 1 a 1.

La ripresa

Il secondo tempo, reso vivace dall'ingresso tra le fila rossostellate di Bonaldi, vede comunque più Godigese, perlomeno in avvio, con i padroni di casa a provare a rendersi pericolosi sulle ripartenze. Occasione tra le più nitide, a riguardo, per Vuanello, al quarto d'ora della ripresa, imbeccato in area da Perosin. L'attaccante tenta un dribbling a Pellanda in uscita, che però non cede. Brividi al 21', quando De Stefani si intrufola in area, va a terra e viene ammonito per simulazione. Sul finale forcing continuo della Godigese. Arriva l'episodio che fa discutere: il gol annullato a Cendron a meno di trenta secondi dalla fine del tempo regolamentare. L'attaccante riceve sul primo palo un cross basso e mette a rete di prima col tacco. Costa è a terra battuto, il pallone in rete, ma dalla fascia il guardalinee, quando Castello di Godego era in campo a festeggiare, segnala il fuorigioco.La sfida, con minuti di recupero aggiuntivi, finisce ovviamente con i nervi tesi e in protesta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorgione, niente fuga

TrevisoToday è in caricamento