rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Calcio

Il Monte crolla sul più bello

Un brutto Montebelluna viene superato con merito dallo Spinea

Privo di Tonizzo e Tomasi e con il trio composto da Fasan, Abdulai e Madiotto a supporto del terminale offensivo Biancheri, il Monte aggredisce subito la difesa avversaria. All'8' Fasan dalla sinistra mette al centro per Abdulai, il cui tiro al volo termina alto. Al quarto d'ora ancora un'iniziativa della squadra di casa innescata dalla sinistra, Martin taglia dentro per Biancheri che prova l'esterno in corsa, palla che sfila a lato. Un minuto dopo sempre dalla stessa parte Fasan si accentra e una volta al limite indirizza alto. Altra grande opportunità per i padroni di casa al 28' con Pellegrini, che su azione di punizione non arriva alla deviazione di testa da due passi. Il primo squillo ospite al 31', quando Beniamin ci prova dal limite, Bonato ribatte a terra. Ma poi è ancora la squadra biancoceleste ad andare vicina al vantaggio con Fabbian, che al 33' colpisce di testa non inquadrando lo specchio per un soffio. Quando sembra che il gol trevigiano sia nell'aria, matura invece la rete avversaria. Un rasoterra al 40' dell'ex Carniato viene deviato da Bonato direttamente sui piedi di Ferrazzo, che da posizione angolata anticipa tutti e indovina la conclusione a superare il portiere del Monte. A tempo scaduto sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina ci prova Zanon, il cui diagonale finisce non lontano dal secondo palo.

La ripresa

Nel secondo tempo subito Abdulai calcia una punizione da buona posizione, ma Noè non si fa sorprendere e ribatte. I trevigiani tentano di scardinare la difesa veneziana utilizzando anche la soluzione da fuori, come al 10' quando Zago spara alle stelle dopo una bella trama biancoceleste. Non passa però che un minuto e lo Spinea raddoppia. Fabbian pressato appoggia all'indietro per Bonato, la palla però è troppo lenta e ne approfitta Pasha, che la recupera e appena entrato in area appoggia in rete. Bordin cerca di dare una sterzata rimescolando le carte. Entrano in rapida successione Visinoni e De Min, poi Baggio e infine Scandilori e Spencer, ma il Monte non riesce a impensierire l'estremo ospite sbattendo contro una difesa che non concede spazi. Visinoni al 33' ha un guizzo e penetra in area per poi cadere su un contrasto, l'arbitro però fa cenno di proseguire. Un minuto dopo ancora il fantasista del Monte sguscia in area e viene atterrato, stavolta l'intervento sembra sanzionabile con un tiro dal dischetto, anche in questa occasione il direttore di gara non concede il penalty. Nei minuti di recupero i veneziani arrotondano. Con il Monte tutto sbilanciato in avanti, il neoentrato Dell'Andrea recupera palla e galoppa verso la porta, entra in area e batte Bonato in uscita con un preciso rasoterra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Monte crolla sul più bello

TrevisoToday è in caricamento