rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Calcio

Seconda Categoria, il Monastier San Biagio vince lo scontro diretto e torna in vetta

I granata battono con un secco 3-0 la capolista Vigor e la agganciano al primo posto della classifica: lotta serratissima per la promozione

MONASTIER SAN BIAGIO - VIGOR 3-0

Monastier San Biagio (4-4-2): Sabbadin, Mazzon (43' st Bertola), Rosa, Girardi, Babolin, Tonelli (38' st Bountoulgou), Migotto (23' st D'Andrea), Furlan, Perissinotto, Vettori (23' st Masaneo), Toppan (23' st Gjini). All. Acoleo. 

Vigor (4-3-3): Dalla Libera, Perissinotti (30' st Angelon Canella), Scardellato (33' st Amabile) , Anese, Berti, Pavan, Baruzzo (27' st Bertuzzo), Zanotel, Bazzo (1' st Zaccagnino), Maccan (33' pt Longato), Turchetto. All. Cudin.  

Reti: pt 24' Babolin, 47' Migotto; st 30' D'Andrea. 

Arbitro: Fregonese di San Donà di Piave. 

Note: espulso Berti al 26' del st per interruzione di chiara occasione da rete. Ammonito Perissinotti, Cudin, Tonelli, Perissinotto, Longato. Angoli 2-3. Recuperi pt 2', st 7'. Spettatori 250 circa. 

Monastier. Il Monastier San Biagio con una prestazione praticamente perfetta batte 3-0 la capolista Vigor, agganciandola al primo posto della classifica: Babolin sblocca la partita in mischia, raddoppia Migotto su punizione e chiude D'Andrea in contropiede. I padroni di casa sfruttano quasi al massimo quanto creato, rischiando pochissimo dietro: tre punti netti che rimettono il campionato in equilibrio considerano che al primo posto c'è anche il Meolo. 

Maglia rossa per il Monastier San Biagio che, orfano di mister Cardin causa squalifica, si schiera con un 4-4-2: sugli esterni Mazzon e Migotto, davanti Toppan e Vettori. Completo nero per la Vigor, in campo con un modulo speculare: rispetto alla squadra vista domenica scorsa l'unico cambio è Maccan al posto di Angelon Canella con Baruzzo che si allarga sull'ala destra. Adattato ancora al centro della difesa capitan Anese. Al 6' colpo di testa di Mazzon sugli sviluppi di un angolo, palla larga. La partita è equlibrata, con due squadre attente soprattutto a non scoprirsi: al 15' si vede la Vigor con un tiro altissimo di Maccan. Al 17' bella azione in ripartenza e con la palla a terra dei padroni di casa, Babolin allarga a destra per Toppan, cross basso per la girata di prima intenzione di Perissinotto che però termina sul fondo. Il Monastier San Biagio si porta in vantaggio al 24': calcio di punizione calciato da centrocampo, mischia davanti a Dalla Libera, stoccata vincente col sinistro di Babolin e palla in fondo al sacco. Al 30' corner per la Vigor, colpo di testa di Turchetto, protesta la squadra ospite per un presunto tocco con il braccio di Perissinotto non ravvisato dall'arbitro. Passano tre minuti e arriva già il primo cambio della partita, Longato entra al posto dell'infortunato Maccan. Al 45' rimessa laterale per la Vigor battuta lunga, Sabbadin chiama la palla ma va a vuoto, nella carambola nessun riesce a calciare verso la porta e in qualche modo la sfera finisce tra le braccia del portiere. Passano pochi secondi e il Monastier San Biagio raddoppia direttamente su calcio di punizione grazie a Migotto che dal centro sinistra calcia in porta, un paio di veli beffano Dalla Libera che osserva la sfera entrare alla sua sinistra. Un vantaggio più che meritato per i padroni di casa, in campo con un atteggiamento perfetto, Vigor invece timorosa e frenetica. 

Al 2' Migotto ci riprova ancora su punizione, stavolta Dalla Libera si salva con i pugni. La Vigor va vicina ad accorciare il punteggio al 10' con un tiro dalla distanza di Longato che colpisce la parte alta della traversa. Al 17' invece il Monastier San Biagio sfiora il tris: cross di Babolin per Toppan che incorna da pochi passi, gran riflesso di Dalla Libera che tiene in gara i suoi. Un minuto dopo Toppan entra in area, arriva sul fondo ma poi sbaglia il passaggio per Vettori. Abbastanza a sorpresa i padroni di casa al 23' effettuano una tripla sostituzione: entrano in un colpo solo Gjini, Masaneo e D'Andrea. Proprio quest'ultimo, due minuti più tardi, sfugge sia a Zaccagnino sia a Berti che lo trattiene per la maglia: rosso e Vigor in dieci uomini. Alla mezz'ora il Monastier San Biaggio mette in ghiaccio il risultato con D'Andrea che, partito forse in fuorigioco, va via ad Anese, arriva in solitaria davanti al portiere e facilmente segna il 3-0. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seconda Categoria, il Monastier San Biagio vince lo scontro diretto e torna in vetta

TrevisoToday è in caricamento