rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Calcio

Il Treviso si inchina davanti alla Liventina

Il Treviso crolla in casa contro la Liventina per 3-4 grazie alla rete decisiva di Berardi nel finale

Il primo squillo arriva subito dopo il calcio d'inizio, con una sponda di Masoch per il destro di Kabine controllato da Lorello. Al primo affondo, la Liventina colpisce: Berardi imbecca Tagliapietra dietro la linea difensiva del Treviso, con l'esterno ospite che scaglia un destro all'incrocio per lo 0-1. Il Treviso non si scompone, mantenendo alta la pressione sulla difesa avversaria, collezionando angoli e chiamando a più riprese Lorella all'intervento. Al 42' arriva il pareggio biancoceleste, propiziato da un grande intervento difensivo di Salviato: palla a Porcino che crossa basso e forte in area trovando Soncin sul secondo palo per l'1-1.

Secondo tempo

Nella ripresa il copione non cambia, così come non mancano i colpi di scena. È ancora il Treviso ad andare alla conclusione dopo meno di un minuto: Telesi prova due volte la conclusione, rimpallata in entrambi i casi dalla difesa; palla a Soncin che in equilibrio precario centra la porta ma non conferisce la potenza necessaria al tiro. Esattamente come nella prima frazione, la Liventina colpisce ancora in ripartenza: Salamon si avventa su un rilancio della difesa, crossando verso l'area per la testa di Berardi per l'1-2. Il Treviso reagisce con prepotenza, e da un tiro sbagliato da Kabine nasce il nuovo pareggio, grazie a Telesi appostato sul secondo palo per la correzione in rete. Dal calcio d'inizio, il colpo che rischia di affossare i biancocelesti: Salamon recupera palla, salta Soncin con un tunnel, scarta altri tre avversari e deposita in rete il 2-3 concludendo nella miglior maniera possibile una grande azione personale. Il 3-3 al 15' grazie a un'incornata di capitan Salviato su angolo battuto da Telesi, il migliore del Treviso in un pomeriggio negativo. Gli uomini di mister Zanuttig spingono cercando di dare la svolta a partita e stagione, ma Lorello e il palo si frappongono tra il tiro di Acampora e il possibile gol del 4-3. Granati e Masoch impegnano nuovamente l'estremo difensore ospite, attento in entrambe le occasioni. Nei minuti finali, la beffa: un rilancio proprio di Lorello arriva a Berardi, che vince il contrasto con Salviato e scaglia un tiro all'incrocio da quasi trenta metri su cui Casella non può arrivare. Tramortito dallo svantaggio, il Treviso non riesce più a reagire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Treviso si inchina davanti alla Liventina

TrevisoToday è in caricamento