rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Calcio

Promozione, Enrico Lorenzoni non sarà più il presidente dell'Union Pro

Con una lunga lettera il massimo dirigente dei biancoblu annuncia che a giugno lascerà la società moglianese

Enrico Lorenzoni lascia l'Union Pro. Il presidente del club di Mogliano e Preganziol, con una lettera annuncia che a giugno lascerà il comando della società biancoblu dopo cinque anni. 

"Ciao a tutti. Non senza un po’ di rammarico, sono a comunicare che a Giugno darò le mie dimissioni come Presidente dell'Union Pro Mogliano 1928. La mia avventura iniziata 5 anni fa quasi per caso e per amore dei ragazzi, è giunta al termine. E non perché io non ami lo sport ed i ragazzi, anzi. Purtroppo esistono altre dinamiche che con lo sport, ahimè, c’entrano poco o  niente, che mi costringono a lasciare. Sono esausto, questo ormai non è più un mondo fatto di genuino attaccamento alla squadra e di passione, ma di troppe persone che si limitano unicamente a criticare, senza capire, nè, tantomeno, aiutare. In questi anni ho messo nel progetto tempo e denaro, troppo spesso fatto spallucce a critiche e frasi dette alle mie spalle, guardando avanti per il bene dei miei 300 ragazzi. Mi spiace se non sono riuscito a portare l'Union Pro all’apice del calcio dilettantistico. Ma non esiste solo la prima squadra e, per quanto riguarda il settore giovanile, ritengo che la nostra realtà ormai goda della stima e del rispetto di tutto il mondo calcistico Veneto. E questo anche per merito mio. A questo punto, però, ci sono troppe critiche sterili e poche soddisfazioni; lascio dunque il posto a chi ne sa e saprà più di me. E se nessuno si assumerà questo onere, allora tutti capiranno che fare il Presidente è un compito difficile ed ingrato. Tutti quelli che oggi criticano, mi auguro che poi si mettano in gioco e aiutino la società. Confido inoltre che qualcuno si faccia avanti per sostituirmi. In fin dei conti sono il "signor nessuno" del calcio e il "Presidente Ignorante" come mi sono sempre definito. Voglio finire dicendo che tutti gli impegni economici verranno rispettati e portati a termine. il 30 Giugno lascerò la società senza un euro di debito e, grazie alla cordiale collaborazione sempre intrattenuta con il sindaco e l’assessore allo sport, con un contributo comunale per rifare il Campo principale dopo 35 anni. Credo quindi che sarà facile trovare qualcuno che mi possa sostituire, per consentire alla Società di continuare ad esistere. Ringrazio ed abbraccio tutti i ragazzi per questi anni ed un grazie anche a tutti quelli, anche se pochi, che mi sono stati vicini. Agli altri dico: in bocca al lupo. Forza Union Pro, sempre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promozione, Enrico Lorenzoni non sarà più il presidente dell'Union Pro

TrevisoToday è in caricamento