rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Calcio

Treviso bloccato dal Martellago

Biancocelesti sotto con l'ex Morbioli, Kabine impatta ma poi sbaglia il rigore del 2-1. Ospiti in 10, ma resta 1-1

C'è molto da lavorare per mister Zanuttig, alla prima panchina dopo Migliorini. I biancocelesti con il pari di ieri scivolano a -7 dalla vetta.Avvio spumeggiante, da una e dall'altra parte. Nei primi minuti Kabine avrebbe la palla del vantaggio e viene fermato, in modo rude, da Rosteghin ma l'arbitro lascia correre. Al 5' Mainardi coglie il palo, si crea confusione nell'area del Treviso, però Salviato spazza via. I ritmi iniziali scemano subito, entrambe le squadre fanno fatica ad arrivare sotto porta. Verso la mezz'ora la partita torna a infiammarsi e al 31' Alvise Nobile dalla destra crossa verso l'area, stop dal limite di Gemelli che lancia Morbioli sulla linea del fuorigioco, l'ex biancoceleste si decentra e trafigge Casella. Sei minuti dopo altra ghiotta occasione per gli ospiti sugli sviluppi di un corner battuto da Rizzato, si crea una mischia in area e un super Casella blocca almeno due occasioni da gol. Il Treviso reagisce e al 39' De Poli, fuori dall'area, vede e serve Kabine, arriva il tiro al volo che viene sfiorato da Rosteghin ma la conclusione è troppo forte e la palla s'insacca.

Il secondo tempo

Nella ripresa i padroni di casa prendono le redini del gioco, occupando costantemente la metà campo avversaria. Al 60' l'episodio che può cambiare la gara, Kabine viene spinto in area da Rosteghin e l'arbitro concede il rigore. Sul dischetto si presenta capitan Fabiano che però prende la traversa. Il Treviso ci riprova al 68' con lo stesso Fabiano che sbaglia clamorosamente a pochi centimetri dalla porta. Cinque minuti dopo si rifà vedere il Martellago con Andrea Nobile che sfrutta una serie di rimpalli, si ritrova da solo davanti al portiere ma Casella in uscita salva i suoi. Nell'azione immediatamente successiva, Minardi riceve il secondo cartellino giallo in due giri di lancette e gli uomini di Tamai rimangono in 10. Nel finale di gara è forcing Treviso: al 79' Pozzobon lancia un siluro e Rosteghin in tuffo protegge l'incrocio dei pali; al 94' Kabine avrebbe la palla della vittoria ma scheggia il legno.

Il mister

«Sono arrabbiato come una bestia. Non si può non vincere una partita come questa. E poi si rischia di perdere: questa è la realtà. Primo tempo sotto ritmo in modo incredibile, abbiamo fatto fatica nonostante i ragazzi si siano allenati molto bene in settimana. Non so quale sia il problema, devo ancora capire, ma solo lavorando quotidianamente si troverà una soluzione. I ragazzi si impegnano, ma commettono troppi errori individuali. Nel secondo tempo siamo andati via costantemente, però quelle azioni vanno chiuse con cattiveria. Se questo Treviso ha 13 punti non è un caso, non si cerchino scuse».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso bloccato dal Martellago

TrevisoToday è in caricamento