rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Sport

Al Ciocchetto Pilat cerca l'ennesima perla

Nella classica toscana di fine stagione il pilota di Tarzo, al via per i colori di Motus Group, andrà alla caccia del nono podio in fila.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Una striscia incredibile di risultati a podio consecutivi, ben nove, iniziati da un finale della stagione 2019 che ha visto protagonista un affamato Roberto Pilat. Tre vittorie, altrettanti secondi e terzi posti per un ruolino di marcia che ha messo in evidenza uno stato di forma invidiabile nonché l'affidabilità dell'eterna Peugeot 205 Rallye gruppo A. La ricerca del decimo sigillo in fila coinciderà con uno degli appuntamenti più favorevoli al pilota di Tarzo, al via del trentunesimo Il Ciocchetto Event, Memorial Maurizio Perissinot. Lo score toscano del portacolori della scuderia milanese Motus Group, con base operativa in quel di Reggio Emilia, vanta ben due vittorie ed un terzo di classe in altrettante presenze. Reduce da un Fettunta dominato in lungo ed in largo il trevigiano avrà un solo obiettivo, quello di mantenere inalterato il proprio curriculum e di cercare di chiudere al meglio un 2022 perfetto. “Sarà la mia quarta volta al Ciocchetto” – racconta Pilat – “e, da quanto abbiamo deciso di correre qui, siamo sempre andati molto bene. Il peggiore risultato è stato il terzo dello scorso anno, se così si può dire, mentre nelle altre occasioni abbiamo sempre vinto, riuscendo anche a stare dentro ai quaranta assoluti con la nostra leonessa. Stiamo costruendo qualcosa di incredibile perchè pensare di avere alle spalle nove podi consecutivi mette una certa pressione. Siamo consapevoli che, prima o poi, un passo falso dovrà arrivare, come successo anche in passato, ma intanto ci godiamo questo bel momento, che dura ormai da qualche stagione.” Un Ciocchetto che sarà votato anche al riscatto, dal sedile di destra, con Mattia Casagrande che ritornerà ad affiancare Pilat, dopo l'amaro epilogo del Città dei Mille targato 2017. “È da tanti anni che non corro più con Mattia” – sottolinea Pilat – “e l'ultima volta, al Città dei Mille, ci siamo dovuti ritirare. Sarà la giusta occasione per cercare di prenderci la nostra personale rivincita. Ce la metteremo davvero tutta e siamo pronti per dare il nostro meglio.” Due le giornate di gara previste per questa edizione, ad iniziare da un Sabato 17 Dicembre che si articolerà sui quattro passaggi, in sequenza, su “College” (2,52 km) ed “Il Ciocco” (2,47 km). Partenza prevista a ridosso del pranzo per concludere alla luce delle fanaliere supplementari. La seconda frazione, quella di Domenica 18 Dicembre, si sposterà sui tratti cronometrati di “Stadio” (2,62 km) e “Noi TV” (1,93 km), mantenendo lo stesso format della tappa di apertura. Si inizierà di buon mattino per poi concludere le ostilità sportive nel primo pomeriggio. “Il percorso sembra facile” – conclude Pilat – “ma è solo apparenza. È vero, le prove sono molto corte e nessuna supera i tre chilometri. Sembra di tornare all'epoca degli sprint, dove correvi in apnea. Sono speciali tecniche ed impegnative ma le conosciamo abbastanza bene. Siamo pronti per quest'ultima sfida della stagione e cercheremo di portare a casa la vittoria.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Ciocchetto Pilat cerca l'ennesima perla

TrevisoToday è in caricamento