Coronavirus, il Treviso Basket rompe le righe: tutti i tesserati possono tornare a casa

Nikolic è già tornato in Slovenia, mentre Fotu sta organizzando il viaggio verso la nuova Zelanda. Nel frattempo Parks e Logan si trovano ancora negli USA

La De' Longhi Treviso Basket alla luce delle disposizioni delle autorità locali, nazionali ed internazionali in merito all'emergenza-Coronavirus, proroga fino al 23 marzo la sospensione di ogni attività di allenamento della prima squadra. Detto termine è suscettibile di variazioni in base agli sviluppi delle direttive. La società in accordo con gli atleti, ha dato libertà ai tre giocatori Nikolic, Fotu e Almeida di raggiungere le proprie nazioni, con l'intesa di un loro ritorno a Treviso quando sarà possibile riprendere l'attività sportiva. Aleksej Nikolic ha già raggiunto la sua famiglia in Slovenia, mentre Isaac Fotu ha iniziato il viaggio che lo ricondurrà in Nuova Zelanda. Ivan Almeida (doppia nazionalità portoghese e capoverdiana) per ora è ancora a Treviso. Anche ai giocatori italiani e allo staff è stata data libertà di raggiungere le proprie famiglie. Nel frattempo Parks e Logan si trovano ancora negli USA accanto alle loro famiglie, con l'ultimo che nel frattempo si è fatto vivo sui social con questo tweet "polemico": «Per quei soldi non ne vale la pena...meglio uscire la mattina».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento