Sport

Il 1° maggio di corsa a Oderzo: ed ecco anche la Gladiatorum Race

ODERZO Da Andrea Lalli ad Anna Incerti. Da Silvia Weissteiner ad Ahmed El Mazoury. E poi ancora Gabriele De NardFederica Dal Ri e tanti altri. Stranieri compresi (sei, al momento, le nazioni rappresentate). Il tutto, per la prima volta, in diretta su Rai Sport 2. La corsa internazionale Oderzo Città Archeologica – presentata ufficialmente mercoledì sera a Palazzo Foscolo - si prepara per un’edizione memorabile, com’è giusto che sia per un evento che venerdì 1° maggio soffierà sulle venti candeline – traguardo non da tutti - proponendo anche una passerella inedita: la Gladiatorum Race

TOP RUNNERS – Organizzata dalla Nuova Atletica Tre Comuni, la 20^ corsa internazionale Oderzo Città Archeologica schiererà ai nastri di partenza, in Piazza Grande, i due vincitori dell’edizione 2014: il tre volte campione europeo di cross, Andrea Lalli, e Silvia Weissteiner, la donna che più di ogni altra ha caratterizzato l’evento opitergino, grazie ai sei successi realizzati nell’arco di dieci stagioni. La gara femminile, sulla distanza di 5.470 metri, avrà tra le vedette anche la campionessa europea di maratona 2010, Anna Incerti, già preselezionata dalla Fidal per la gara di Rio. Al via anche Federica Dal Ri,Valentina CostanzaGiovanna EpisAgnes Tschurtschenthaler, la giovaneAnna Stefani, la campionessa romena di mezza maratona, Paula Todoran, l’ungherese Livia Toth e la cubana Yusneysi Santiusti Caballero. In chiave trevigiana, riflettori su Michela Zanatta e sulla vincitrice dell’ultima Treviso Marathon, Laura Giordano, presente come testimonial di “Corri in rosa”, la manifestazione per sole donne in programma il 22 novembre a San Vendemiano. In campo maschile (9.800 metri), oltre a Lalli, annunciato il vincitore della gara 2013, Ahmed El Mazoury. Poi, tra gli altri, Gabriele De NardFrancesco BonaManuel Cominotto, il promettente Italo Quazzola, il serbo Goran Nava e l’ungherese Tamàs Kovàcs.

GLADIATORUM RACE – La novità dell’edizione 2015 si chiama Gladiatorum Race, una corsa sulla distanza di 11,097 km, in cui gli atleti saranno invitati ad agghindarsi da antichi romani, utilizzando i costumi messi a disposizione dell’organizzazione. Una gara a tutti gli effetti (si correrà con regolare chip di cronometraggio) che cercherà di ricreare il fascino dell’antica Opitergium. La Gladiatorum Race rappresenterà anche la tappa inaugurale di “42 di Marca”, circuito che abbina l’appuntamento di Oderzo ai 10 chilometri dellaCorritreviso (26 giugno) e alla Mezza di Treviso (11 ottobre). La somma delle tre gare dà esattamente 42 chilometri e 195 metri. Un modo per mettersi alla prova, anche un po’ per gioco, in una specialissima maratona.  

DIRETTA TELEVISIVA – Le gare internazionali della 20^ corsa internazionale Oderzo Città Archeologica saranno trasmesse in diretta da Rai Sport 2, tra le17 e le 18.30, con telecronaca di Franco Bragagna e commento tecnico del due volte vincitore della maratona di New York, Orlando Pizzolato. Previste anche due repliche: alle 23.15 di venerdì 1° maggio e alle 14.30 di sabato 2 maggio.  

GLI ORARI – La diretta televisiva ha determinato una leggera variazione sugli orari delle due gare internazionali. Ecco il nuovo programma, con i migliori iscritti. Ore 9.30 - Gladiatorum Race (11.097 m). 14.45 - Inizio gare giovanili, valide come 3^ prova del Grand Prix Giovani. 16.00 - Gara diversamente abili, valida per il 19° Trofeo Mobilificio Vittoria (9.800 m).17.00 - Gara internazionale femminile (5.470 m): Anna Incerti, Silvia Weissteiner, Federica Dal Ri, Valentina Costanza, Giovanna Epis, Agnes Tschurtschenthaler, Anna Stefani, Michela Zanatta, Teresa Montrone, Laura Biagetti, Laura Giordano, Costanza Martinetti, Martina Merlo, Barbara Bressi, Beatrice Crespan, Paula Todoran (ROM), Livia Toth (UNG), Yusneysi Santiusti Caballero (CUB), Anissa Zsofia Badis (UNG), Neja Krsinar (SLO). 17.45 - Gara internazionale maschile (9.800 m): Andrea Lalli, Ahmed El Mazoury, Gabriele De Nard, Francesco Bona, Manuel Cominotto, Riccardo Sterni, Daniel Hofer, Markus Ploner, Italo Quazzola, Marco Najbe Salami, Rudy Magagnoli, Gianluca Bello, Peter Lanziner, Diego Avon, Andrea Elia, Goran Nava (SRB), Tamàs Kovacs (UNG), Zsolt Koszar (UNG), Rok Puhar (SLO).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 1° maggio di corsa a Oderzo: ed ecco anche la Gladiatorum Race

TrevisoToday è in caricamento