rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Sport

Lo sport incontra la solidarietà: grande entusiasmo per il "Gigione Day" alla Ghirada

La seconda edizione del torneo di basket a scopo benefico organizzato da Luigi Datome ha avuto luogo nella giornata di domenica. Presenti all'iniziativa anche Martin Castrogiovanni e il rapper Ghemon

TREVISO Un fuoriclasse dentro e fuori dal campo. Luigi Datome è sempre stato ben più di un eccellente giocatore di pallacanestro e non ha perso l'occasione per dimostrarlo con i fatti ancora una volta. La stella del Fenerbahce ha organizzato per il secondo anno di fila l'evento benefico "Gigione Day", nato da una scommessa persa su Twitter lo scorso anno. Per questa edizione Datome ha scelto la Ghirada, centro sportivo per eccellenza, come struttura ospitante. Il torneo di 3vs3 è iniziato nel primo pomeriggio e si è concluso in serata, con la pioggia che ha impedito ai vincitori di sfidare l'All Star Team capitanato proprio da Datome.

Nel mezzo tanta allegria e solidarietà nei confronti dell'ente benefico scelto per l'occasione: l'Associazione Nazionale Genitori Bambini Autistici (ANGSA). L'asta di beneficenza organizzata prima della finale è stata un vero e proprio successo, Datome ha messo in palio dei preziosi cimeli, come le canotte indossate durante le partite, ed è stato seguito a ruota da altri personaggi dello sport e del mondo dello spettacolo. Tra questi erano presenti il rapper Ghemon, l'ex stella della nazionale italiana di rugby Martin Castrogiovanni e Marco Mordente, vecchia conoscenza del basket trevigiano. Proprio l'ex Benetton, grande protagonista dello scudetto 2006, si è espresso così ai nostri microfoni.

Gigione Day

Marco, un commento a caldo sulla giornata?

La vedo malissimo, tra poco devo giocare e sono stanchissimo (ride, ndr). Scherzi a parte, è stata una giornata bellissima. Un peccato che sia in concomitanza con la finale del mondiale perché avrebbe potuto attirare ancora più gente. Spero che vengano organizzati molti altri eventi di questo tipo in futuro.

Come valuti questo grande impegno di Datome nel sociale?

È fondamentale. Secondo me tanti altri giocatori dovrebbero unirsi a lui per queste iniziative, magari anche per una settimana. Ciò darebbe l'opportunità a tante persone, sia adulti che bambini, di ascoltare il messaggio che portano i campioni come Gigi.

I vincitori del torneo si sono conquistati sul campo la possibilità di assistere ad una partita del Fenerbahce a bordocampo, con tanto di cena esclusiva offerta da Gigi Datome alla fine del match. Per tutti gli altri partecipanti resta invece la consapevolezza di aver partecipato ad una giornata veramente speciale.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo sport incontra la solidarietà: grande entusiasmo per il "Gigione Day" alla Ghirada

TrevisoToday è in caricamento