menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basketmercato in casa De Longhi: la società saluta De Zardo e punta Kendrick Perry

Il play 26enne statunitense ha appena vinto il titolo in Ungheria con lo Szolnoki Olaj, mentre l'ala piccola ha firmato per il prestito a Ferrara. Pronti all'addio anche Negri, Musso e Bruttini

TREVISO La De Longhi prova a chiudere con Kendrick Perry per il ruolo di playmaker titolare. Il 26enne statunitense (1.83 m, 82 kg, Youngstown State '14) ha appena vinto il titolo in Ungheria con lo Szolnoki Olaj (15.2ppg e 3.8apg) e potrebbe essere la soluzione ideale dopo l'addio di Fantinelli. Tra i nomi al vaglio c’è però anche quello di Marques Green, ma il 35enne playmaker che ha concluso la stagione 2017-18 a Jesi non è però al momento in cima alla lista dei desideri di Max Menetti che preferisce un elemento di maggiore taglia fisica. La nuova strategia di mercato del club, come riporta "Spicchi d'Arancia", è difatti quella di puntare su un regista straniero affidando a Matteo Imbrò, che ha contratto garantito per il 2018-19, il ruolo di guardia titolare con possibile sacrificio di Gherardo Sabatini.

Non solo questo però: Treviso punta forte anche su Marco Spissu per il ruolo di playmaker titolare. La De' Longhi ha sottoposto una offerta pluriennale al giocatore del 1995 controllato da Sassari, che dovrà scegliere se rinnovare per 3 o 4 anni coi sardi o sposare la causa del club trevigiano in un asse playmaker-pivot con Amedeo Tessitori, già annunciato dalla società del presidente Vazzoler con un accordo biennale. Se Spissu non accetterà l'offerta di Treviso, visto che sembra certa ormai la sua conferma in Sardegna, la società dovrebbe definitivamente puntare su playmaker e guardia stranieri. Si aspetta poi una risposta anche da Giovanni Tommasin, chiamato a decidere tra l'offerta dei veneti e la proposta di rinnovo biennale di Casale. Al centro piace vapoi molto la bandiera di Casale Niccolò Martinoni che è un prodotto delle giovanili Benetton, ma il giocatore ha da poco rinnovato.

Nel frattempo Ferrara ha ufficializzato la firma di Lorenzo De Zardo: la 19enne ala piccola arriva con la formula del prestito da Treviso e nello scacchiere tattico di coach Bonacina povrebbe essere il titolare. L'atleta del 1999 sarà il quarto Under del roster del club estense. La società trevigiana, poi, è pronta a salutare definitivamente Matteo Negri. A Montegranaro infatti, per lo spot di ala piccola piace il 27enne atleta di scuola Virtus Bologna, ai saluti con la De Longhi dopo quattro stagioni,. Obiettivo quindi primario per l'Extralight che è in vantaggio rispetto alle alternative Capo d’Orlando, Cento e Mantova. Infine, anche Musso dovrebbe salutare la compagine trevigiana, come anche Bruttini, mentre sicuri del posto in squadra sono Antonutti, Lombardi, Imbrò e Sabatini.

Infine, non trova conferma la notizia che la De' Longhi stia provando a convincere Marco Portannese a scendere in A2 con un ruolo da titolare e una proposta pluriennale per indurlo a lasciare Cremona (dove ha contratto fino al 30 giugno 2019); sull'atleta del 1989 c'è infatti interesse forte anche di Scafati. Altro obiettivo italiano paventato era Matteo Chillo: il 25enne lungo sotto contratto alla Fortitudo Bologna, ma in esubero, non pare però un obiettivo primario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento