rotate-mobile
Sabato, 24 Settembre 2022
Sport Villorba / Palaverde

De' Longhi Treviso Basket vince il derby contro Tezenis Scaligera Verona

La squadra ha ormai fatto il definitivo salto di qualità, dimostrando di riuscire a sopperire all’assenza di pedine importanti con un collettivo di assoluto valore

VILLORBA Grandissima impresa della De’ Longhi che trionfa in casa contro una Verona in piena corsa per i playoff. Il tutto senza il play titolare Fantinelli e con Moretti a mezzo servizio. La squadra ha ormai fatto il definitivo salto di qualità, dimostrando di riuscire a sopperire all’assenza di pedine importanti con un collettivo di assoluto valore.

LA CRONACA:  C’è Busetto nello starting five con Fantinelli out per il problema alla spalla e Moretti appena tornato dalla tournée estera. Le prime due conclusioni a bersaglio sono da tre punti: il primo vantaggio è per Verona grazie a Rice, a ruota pareggia i conti Fabi. La partita sale subito di giri, con Treviso che alza le barricate in difesa e corre in contropiede. Entrambe le squadre faticano a trovare tiri puliti, ma TVB ha dalla sua il controllo dei rimbalzi, specie in attacco, dove riesce a garantirsi seconde e terze opportunità.

E’ il quinto minuto quando Ancellotti, dolorante alla caviglia, chiede il cambio e va negli spogliatoi. L’apprensione serpeggia tra il pubblico, dato che il lungo reggiano aveva già fatturato 4 punti e 6 rimbalzi. Al suo posto entra Rinaldi che come al solito mette cuore ed energia, doti che non difettano nemmeno a Powell che comincia a far sentire i muscoli. Entra anche Negri per Abbott, ma è proprio Tommy Rinaldi a sganciare il jump del +5. Powell spinge i suoi al doppiaggio sugli scaligeri, poi entrano Moretti e Ancellotti. La Pillastrini-band continua a giocare che è una meraviglia e il quarto si chiude sul 22-14 con una tripla di Abbott su assist di Moretti.

Inizia il secondo quarto di gioco e il vantaggio tocca subito la doppia cifra grazie all’ottima intesa Ancellotti-Rinaldi. Moretti confeziona un 2+1 di pregevole fattura, ma Verona riesce a rimanere a galla grazie alla conclusione pesante di Spanghero. Ma è un fuoco di paglia, Treviso mantiene una grandissima intensità difensiva, sporcando tutte le linee di passaggio e costringendo gli ospiti ad un superlavoro in attacco. Quando Powell realizza il canestro del 31-19 di pura forza, Crespi decide di parlarci su con i suoi e chiama time-out. La sostanza non cambia, il fromboliere Miller viene ben limitato dalla difesa biancoazzurra e commette il terzo fallo personale.

Treviso continua a trovare buoni canestri grazie all’ottima circolazione di palla e il +14 del 16’ne è una naturale conseguenza, con Powell che continua a fare la voce grossa con i suoi 11 punti. Per Verona la notte si fa sempre più buia, mentre la marea trevigiana non si arresta: arriva addirittura il +20 su due tiri liberi di Matteo Negri. La tripla di Cortese chiude una prima metà di gara problematica per i ragazzi di coach Crespi, con soli 24 punti realizzati. Per Treviso un netto dominio sotto le plance e una valutazione complessiva di 62-10, che la dice tutta sulla supremazia della Pillastrini-band.

Verona ha poco da perdere e porta al massimo la sua aggressività in difesa. TVB si blocca per tre minuti, poi trova un tap-in vincente di Ancellotti. Non che gli ospiti facciano molto meglio, col solo canestro di Michelori a rimpinguare l’esiguo bottino. Crespi chiama nuovamente time-out (43-26 al 24’), ma per i suoi non è proprio domenica (0/9 da tre nel terzo quarto). L’emblema della partita è tutto nell’azione del 27’: recupero di Busetto, passaggio in contropiede per Abbott, alley-hoop e schiacciata ad una mano di Powell.

Il Palaverde esplode e fa il bis subito dopo sul nuovo assist volante di Ancellotti per Powell-bomb. A fine quarto è di nuovo +20. E’ il preludio di un ultimo quarto dove c’è spazio soprattutto per lo spettacolo, con il risultato ormai ampiamente acquisito. C’è spazio allora anche per De Zardo e Spessotto, per una meritata passerella finale. Treviso resta al comando appaiata con Mantova, Prossimo appuntamento al Palaverde per il 23 aprile, col match contro Ravenna che chiuderà la stagione regolare.

DE’ LONGHI: Busetto 0 (0/1 da 3), Abbott 7 (1/3, 1/7), Fabi 3 (0/2, 1/2), Powell 23 (10/16, 0/1), Ancellotti 14 (7/14 da 2); Moretti 5 (1/1 da 2), De Zardo, Spessotto, Rinaldi 6 (3/6 da 2), Negri 8 (3/10 da 2). NE: Malbasa. All.: Pillastrini

TEZENIS: Saccaggi 8 (1/3, 2/3), Rice 8 (1/3, 2/4), Boscagin 4 (2/6, 0/3), Da Ros 0 (0/3 da 2), Michelori 8 (4/4 da 2); Ricci 9 (1/4, 2/4), Cortese 7 (2/3, 1/6), Miller 5 (2/6, 0/6), Spanghero 3 (1/7 da 3). NE: Bernardi, Petronio. All.: Crespi

ARBITRI: Bartoli, Ascione, Maschio.

NOTE: pq 22-14, sq 41-24, tq 52-32. Tiri liberi: De’ Longhi 10/13, Tezenis 2/5. Rimbalzi: De’ Longhi 15+33 (Ancellotti 7+9), Tezenis 11+23 (Michelori 4+6). Assist: De’ Longhi 20 (Fabi 7), Tezenis 9 (Rice 3). Fallo tecnico a Saccaggi al 28’30” (51-32). Usc. 5 falli: nessuno. Spettatori: 5014.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De' Longhi Treviso Basket vince il derby contro Tezenis Scaligera Verona

TrevisoToday è in caricamento