rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Sport

Diserò si conferma ai piedi del podio nel Raceday

Il sesto di classe, firmato al Valle del Tevere, porta il pilota di San Michele al Tagliamento a confermarsi quarto in raggruppamento, salendo quinto tra le anteriori.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il banco di prova non era di certo facile, trattandosi di sterrati che hanno reso celebre la Toscana in tutto il mondo all'epoca del Sanremo mondiale, ma Luca Diserò ha rinnovato quanto di buono già visto nel primo atto del Raceday Rally Terra. Il pilota di San Michele al Tagliamento, reduce da un buon sesto di classe sulle insidiose campagne del Prealpi Master, era chiamato a confrontarsi con il Rally Valle del Tevere. In coppia con Stefano Peressutti, a bordo di una Peugeot 208 Rally4 messa a disposizione da RB Motorsport, l'unico portacolori di Xmotors Team al via viveva un Sabato ostico, immerso come tanti altri concorrenti in una fitta polvere che, causa assenza di vento, imperversava. “Partire per la gara ed affrontare subito l'Alpe di Poti è stato emozionante” – racconta Diserò – “perchè parliamo di una prova speciale dove sono passati tutti i big del mondiale rally. Abbiamo rispettato il suo nome e, avendola fatta per la prima volta, siamo stati attenti a non commettere errori. Diciamo che ci siamo difesi mentre sulla seconda abbiamo sofferto un po' la polvere ma, tutto sommato, andava bene così. L'ultima, quella di notte, è stata annullata per la polvere.” La prima frazione si concludeva con Diserò ottavo di classe Rally4 e nono di gruppo RC4N, un punto di partenza positivo dal quale continuare a progredire in una lunga Domenica di gara. La tornata di apertura iniziava già a farsi interessante con il veneziano che recuperava una posizione in classe e due nell'assoluta, iniziando ad avvicinarsi ai parziali del treno di testa ma, sulla sesta speciale, una foratura ne rallentava il passo senza spegnerne la determinazione. I chilometri finali contribuivano ad arricchire di spunti tecnici interessanti una due giorni decisamente positiva con l'alfiere della scuderia trevigiana che chiudeva la pratica al sesto posto in classe Rally4, al settimo in gruppo RC4N ed al quinto tra gli iscritti al Raceday. Un risultato che gli consente di confermarsi tra i migliori della serie, vantando ora un quinto nella generale del due ruote motrici, a sole nove lunghezze dal leader, ed un doppio quarto per quanto riguarda le provvisorie del raggruppamento B, incluso quello griffato Pirelli. “Della nostra Domenica siamo stati molto contenti” – aggiunge Diserò – “perchè, al netto degli imprevisti, ci siamo avvicinati parecchio al ritmo dei migliori. Sulla sesta, a causa una pietra, abbiamo forato mentre sull'ottava abbiamo trovato un concorrente davanti a noi, incastrato su un tornante, e siamo riusciti comunque a migliorare il nostro tempo. Il team si è comportato davvero molto bene così come la vettura. Abbiamo solo avuto qualche problema di trazione, a causa una scelta non ottimale di pneumatici alla Domenica mattina e, forse, per una mappatura troppo aggressiva. Stiamo crescendo in fretta ma vogliamo ulteriormente migliorare il nostro feeling. Mi manca un po' di esperienza sullo sterrato ma stiamo arrivando. Abbiamo commesso pochissimi errori, tutti di inesperienza su questo tipo di fondo e dovuti al fatto di non aver mai corso qui. Siamo messi bene in classifica e vogliamo salire ancora. Grazie ad RB Motorsport, a Maxmark, ad Xmotors Team, al mio naviga Stefano ed a tutti i partners che ci sostengono.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diserò si conferma ai piedi del podio nel Raceday

TrevisoToday è in caricamento