rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Sport Mogliano Veneto

Eccellenza rugby, Marchiol Mogliano Campioni d'Italia 2012/13

E' stata un'annata durissima e molto lunga ma non c'era epilogo migliore per concluderla. Il campo non era nelle condizioni ideali per permettere un gioco spumeggiante e con pochi errori, e questo a discapito di tutte e due le squadre. Vincono i trevigiani contro Prato, ed entrano nella storia alternato il gioco al piede con quello alla mano piu' frequentemente del solito.

Estra I Cavalieri Prato v Marchiol Mogliano 11-16

Marcatori: p.t. 2’ m. Onori (0-5); 6’ m. Nifo (5-5); 34’ cp. Fadalti (5-8); s.t. 3’ m. Onori (5-13); 7’ cp. Ragusi (8-13); 18’ cp. Ragusi (11-13); 27’ cp. Nathan (11-16)

Estra I Cavalieri Prato: Ragusi; Siale, Majstorovic (3’ pt. Tempestini), McCann, Ngawini; Vezzosi, Patelli (cap, 12’ Frati M.); Bernini (10’ st. Del Nevo), Saccardo, Ruffolo; Nifo (39’ st. Boggiani), Cavalieri; Roan, Giovanchelli, Borsi (4’ st. Garfagnoli)
all. De Rossi/Frati

Marchiol Mogliano: Galon; Onori, Ceccato E., Nathan, Fadalti; Rodriguez, Lucchese; Steyn, Candiago E. (cap)., Barbini Mar.; Swanepoel, Pavanello E. (37’ st. Maso); Ravalle (1’ st. Ceccato A.), Gianesini (39’ st. Meggetto), Costa-Repetto
all. Casellato

Peroni man of the match: Lucchese (Marchiol Mogliano)

Nicola Benetti premiato all’intervallo MVP dell’Eccellenza 2012/2013.

E' stata un'annata durissima e molto lunga ma non c'era epilogo migliore per concluderla. Il campo non era nelle condizioni ideali per permettere un gioco spumeggiante e con pochi errori, e questo a discapito di tutte e due le squadre. Mogliano ha saputo realizzare quando ha potuto e ha alternato il gioco al piede con quello alla mano piu' frequentemente del solito. Due mete davvero pregevoli ed una terza che sembrava regolare ma poi annullata dal Tmo. La giornata scarsamente precisa nei piazzati ha impedito che lo scarto potesse farsi più consistente e fatto tremare i tifosi nelle battute finali, quando Prato si è insistentemente installata dentro ai 22 biancoblu e ha fatto stare con il fiato sospeso tutti i telespettatori ed il pubblico presente in attesa della decisione di Damasco. Poi il delirio, la gioia di Mogliano è esplosa incontenibile, qualcosa di inimmaginabile si era appena realizzato e via con fiumi di prosecco che il nostro sponsor Astoria aveva preparato confidando nella vittoria finale. 

Bellissimo ed appagante, questi ragazzi se lo meritano tutti dal primo all'ultimo. Ci hanno regalato il sogno di cui continuavamo solo a parlare fino a ieri. Ora si, potete svegliarci, ora potete darci un pizzicotto e farci finalmente assaporare che il 25 maggio 2013 qualcuno ha davvero riscritto la storia del Rugby Mogliano. Complimenti ai Cavalieri per la loro sportività e per quello che hanno dato in campo. Anche per la sofferenza con cui questo scudetto è stato conquistato sarà qualcosa che resterà per sempre nei cuori e nella memoria di questa Società. Non possiamo non ringraziare i tifosi che hanno seguito e sostenuto la squadra in questa trasferta. Numerosi e corretti, hanno continuato ad incitare i propri beniamini fino alla fine, e sono stati ripagati nel migliore dei modi. Molti ragazzi si sono trattenuti ancora a lungo in Club House e anche molti dei tifosi che li hanno attesi al ritorno. Una festa enorme che nessuno vorrebbe avesse termine. Discorsi di rito di giocatori, allenatori e dirigenti e l'Haka promessa da Troy Nathan in caso di vittoria finale, purtroppo al termine della danza Maori originale, abbiamo dovuto assistere anche all'Haka casereccia di Davide Meggetto. Fortunatamente i fumi dell'alcol hanno attutito l'effetto devastante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza rugby, Marchiol Mogliano Campioni d'Italia 2012/13

TrevisoToday è in caricamento