menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Enduro World Series, Round 5: a La Thuile il team Cmc si conferma ad alti livelli

Tra gli Under 21 Mirco Vendemmia questa volta sfiora il podio ed è 4° mentre Nicola Casadei è il migliore degli italiani in assoluto

VALDOBBIADENE Il Team CMC esce a testa alta anche dal round 5 dell’Enduro World Series, il mondiale enduro, andato in scena nel week-end sui trail di La Thuile in Valle d’Aosta. Sabato dopo il Day1 il migliore in assoluto degli italiani in gara era Nicola Casadei 22° e tra gli under21 il Team CMC poteva contare ben 3 riders nella Top10: 3° Mirco Vendemmia, 5° Matteo Saccon e 9° Roberto Paludetto.

Il Day2 complice la sfortuna, tra problemi tecnici e cadute che sono imprevisti che vanno sempre messi in conto nell’enduro mtb, non è andato così bene. Nella classifica assoluta Nicola Casadei ha chiuso comunque con un onorevole 29° posto, sempre come migliore degli italiani. Per la cronaca la vittoria è andata “al solito” australiano Sam Hill sul belga Maes e il neozelandese Masters. Completano la classifica per la squadra di Valdobbiadene il bellunese Erwin Ronzon 72° e il trevigiano Davide Dal Pian 138°.

Tra gli Under 21 il romagnolo Mirco Vendemmia (rallentato da problemi tecnici nella PS5 e caduto nell’ultima PS mentre cercava di recuperare il tempo perso) ha chiuso al 4° posto a 1 secondo e mezzo dal podio dove troviamo 1° il francese Trabac, 2° il britannico Heap e 3° il neozelandese Lucas. Vendemmia si è confermato comunque ad alti livelli come fatto vedere nella scorsa gara, il round 4 in Austria/Slovenia, quando fu terzo (primo storico podio per il Team CMC e l’Italia nel mondiale enduro mtb). L’altro giovane romagnolo Saccon a causa di problemi tecnici che hanno compromesso il suo risultato finale è scivolato lontano 39°. Mentre il feltrino Paludetto, in linea con le prestazioni del sabato, ha chiuso con un buon 10° posto. Un applauso anche ai rider del Team CMC in gara tra i Master40+ il trentino Carlo Zortea, che ha chiuso la sua prova 22°, e il toscano Massimo Parenzi.


“Siamo contenti perché continuiamo a dimostrare di poter competere ad alti livelli nel massimo circuito mondiale. Sabato tutta la squadra ha fatto davvero molto bene. Domenica purtroppo non siamo riusciti a portare a termine fino in fondo quello che avevamo costruito il primo gorno. Ma l’enduro è anche questo basta poco…un errore, un problema tecnico e si compromette l’intero week-end. Comunque volevamo un passo in avanti da parte di tutti e direi che c’è stato. Tra gli under21 avevamo due rider in corsa per salire sul podio. E a livello assoluto Casadei stava andando davvero molto forte. Non bisogna assolutamente demoralizzarsi ma continuare a lavorare duro e andare avanti in questa direzione” dice il team manager del Team CMC Davide Geronazzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento