menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una giovane Colibrì durante un allenamento

Una giovane Colibrì durante un allenamento

Ezzellina Volley Carinatese: continua l'allenamento a casa per le "Colibrì"

Per le ragazze ecco un totale di 97744 minuti (162 ore) di lavoro, con picchi individuali di oltre 3000 minuti in soli 21 giorni

Dopo oltre un mese di programmazione “home edition” Ezzelina Volley Carinatese può tirare le somme delle ore di lavoro delle proprie atlete e del proprio staff nel mese di marzo. Un totale di 97744 minuti (162 ore) di lavoro, con picchi individuali di oltre 3000 minuti in soli 21 giorni rendono l'idea di quanto lavoro e motivazione ci siano stati dietro a questa pausa forzata.

Ci spiega il dt Mauro Marchetti: "Come tutti ci siamo organizzati e abbiamo messo a disposizione fin da subito a tutte le nostre atlete gli strumenti per non fermarsi. La spinta non è stata non tanto l'idea di mettersi in forma per tornare a giocare, ma abbiamo fatto più che altro leva nel mantenere alto il livello motivazionale delle ragazze. Passare da sei giorni su sette in palestra al non allenarsi più non è una cosa semplice. Stoppare tutte le routine quotidiane, poteva innescare un meccanismo di depressione, impotenza ed inattività pericoloso e così siamo subito intervenuti".

Il preparatore Giovanni Fontana ha predisposto giornalmente delle schede ad hoc individuali per le tre formazioni più mature, divise in due sedute pesistiche e in due sedute atletiche per ogni settimana e personalizzate in base agli attrezzi disponibili per ciascuna atleta (chi ha una sala pesi completa a casa e chi invece si allena con 6 bottiglie di acqua da 1,5 litri). "Per tutte l'idea è stata di non arrendersi, una soluzione alternativa la si trova sempre - racconta Fontana - La risposta è pazzesca. Lo vediamo dal monte ore e dai feedback. L’allenamento tecnico è forse un po’ più difficile da coordinare a distanza a causa delle sue variabili, ma non per questo meno gratificante nel farlo".

"Io e Michela Ghiotto abbiamo predisposto degli allenamenti 'home edition' individuali e specifici per ruolo e per categoria, con un monitoraggio quotidiano del lavoro, un feedback settimanale e mensile e un videogioco analysis individuale delle atlete che ci inviano le loro prestazioni e noi diamo feedback sui comportamenti corretti e quelli migliorabili. Insomma, una mole di lavoro non da poco che ci dà grande soddisfazione, ma allo stesso tempo speriamo finisca presto per poter tornare tutti assieme in palestra magari per la fine della stagione territoriale che non solo ci vedrebbe impegnati in tutte le Final Four ma soprattutto ci farebbe tornare alla tanto agognata normalità" conclude Fontana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento