menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucio Casagrande

Lucio Casagrande

Fipav Treviso, il consigliere Casagrande lascia il passo dopo 8 anni

Casagrande non sarà infatti in corsa per il nuovo consiglio territoriale che verrà votato alle imminenti elezioni in programma il 21 febbraio

Lucio Casagrande, consigliere della Federvolley di Treviso e Belluno negli ultimi due mandati, cede il passo in vista del prossimo quadriennio: non sarà infatti in corsa per il nuovo consiglio territoriale che verrà votato alle imminenti elezioni, in programma il 21 febbraio.
 Presidente del Volley Aurora & Vittorio Veneto dal 2009, ma da sempre uomo di volley, Lucio era entrato in punta di piedi nel Consiglio quasi completamente nuovo proposto otto anni fa dal presidente De Conti e si è rivelato, nonostante per sua stessa ammissione non avesse inizialmente un'idea chiara delle dinamiche di un comitato provinciale, un pilastro importante, capace di condividere costruttivamente il suo punto di vista e di dare spunti di discussione sulle iniziative da portare avanti.

"Con Michele (De Conti, ndr) ci conoscevamo già da molto tempo e c'era, come continua ad esserci, stima reciproca - ricorda Lucio - Quando mi ha proposto di entrare nel Consiglio mi sono preso qualche giorno per pensarci; non sapevo bene cosa mi aspettasse, ma ho accettato. Ricordo benissimo i due giorni di 'ritiro' a Tambre, dove abbiamo letteralmente gettato le basi per il programma che De Conti aveva in mente. Forse quello è uno dei ricordi più belli degli otto anni: noi del Consiglio insieme a conoscerci e a lavorare su come dare una svolta al piccolo 'mondo' della pallavolo trevigiana. Da parte di tutti sentivo una grande passione per il nostro sport, si è creato un bel gruppo. Sono momenti che ti restano impressi".

Con un'esperienza di 10 anni nel Comune di Godega di Sant'Urbano in veste di assessore allo sport, Lucio aveva ben chiaro che per migliorare e ammodernare qualsiasi cosa, sport compreso, bisogna rimboccarsi le maniche: "Le idee possono venire a tutti, ma altra cosa è investirvi tempo e impegnarsi per portarle avanti e realizzarle. In questi otto credo che siano stati fatti enormi passi in avanti. Da parte mia, per diversi motivi, non ultimo quello 'geografico', non ho potuto dedicare quanto tempo avrei voluto all'attività del Comitato, ma mi piace pensare di aver contribuito condividendo le mie idee e dando punti di vista differenti".

La sfida più grande del momento, per tutto il volley, è riuscire a contenere le ingenti perdite subite a causa del Covid, sia a livello di tesserati che di sponsor, ed è questo che Lucio continuerà a fare nella sua società, il Volley Aurora & Vittorio: "È una situazione surreale: ci troviamo a essere quasi più esperti di tamponi e protocolli che di pallavolo - dice sorridendo amaramente - C'è tanta incertezza, ma bisogna tenere duro. Il compito che attende il prossimo consiglio non è facile, spero che chi verrà eletto vi dedichi l'attenzione necessaria: faccio loro i miei migliori auguri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Raid nella notte, negozio islamico dato alla fiamme

  • Incidenti stradali

    Ciclista 45enne travolto e ucciso nella notte

  • Cronaca

    Investivano in scommesse e slot i soldi guadagnati con le truffe on line

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento