Sport

Colpo del Milan: l'ex Treviso Gianluca Lapadula vestirà la maglia rossonera

Si chiude la telenovela: l'attaccante del Pescara andrà a Milano. Vinta la concorrenza di Napoli, Juventus e Genoa. Acquisto a titolo definitivo, venerdì mattina le visite mediche

TREVISO Si è chiusa la telenovela di calciomercato che ha tenuto banco in queste ultime settimane: nella corsa a Gianluca Lapadula del Pescara, infatti, l'ha spuntata il Milan. Sorprendendo la concorrenza di altre squadre fra cui Napoli, Juventus, Sassuolo e Genoa, il club rossonero del patron Berlusconi ha chiuso la trattativa con il Pescara per l'acquisto a titolo definitivo dell'attaccante torinese, capocannoniere dell'ultimo campionato di Serie B, per una cifra vicina ai 10 milioni di euro.

Venerdì mattina Lapadula sosterrà le visite mediche, ultimo passaggio prima di firmare il contratto con la sua nuova squadra. Come tutte le operazioni concluse da un mese a questa parte, la dirigenza del Milan ha concordato questo ingaggio con i rappresentanti della cordata cinese in trattativa per l'acquisto del 70% del club. Un colpo di calciomercato inaspettato però per la squadra milanese, ancora in trattative per la cessione della maggioranza delle quote, ma fortemente necessario dopo il mancato riscatto di Mario Balotelli dal Liverpool (ora forse destinato al Besiktas in Turchia) e il più che probabile addio, per sua volontà, di Jeremy Menez. Lapadula andrà così a comporre un trio d'attacco tutto di "garra" con la superstar colombiana Carlos Bacca e la baby stella Niang.

Pochi ricordano però che Lapadula (che tra l'altro ha rifiutato la convocazione con il Perù per la Copa America 2016 in attesa di vestire l'azzurro) ha dei trascorsi trevigiani. Nel 2006-2007 infatti la Juventus, club in cui nasce calcisticamente, lo presta al Treviso che lo inserisce subito nelle sue giovanili insieme al fratello Davide (a quel tempo in Primavera e convocato in Prima Squadra diverse volte da mister Ezio Rossi), ora postino e calciatore nel Saluzzo in Eccellenza piemontese. Negli Allievi, allora guidati da Giovanni Soncin oggi tecnico del Calvi Noale in D, Gianluca si mette in mostra da esterno d'attacco segnando anche diversi gol, ma il suo carattere "fumantino" lo porta a separarsi dal club, e con tanto rammarico da entrambe le parti, dopo solo un anno per accasarsi così alla Pro Vercelli iniziando la scalata al professionismo. Il legame con la Marca però non è mai terminato, tanto che nelle interviste ringrazia spesso i mister trevigiani Guidolin e Bortoluzzi per averlo fatto crescere, sia come calciatore che come persona, nel suo periodo al Parma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo del Milan: l'ex Treviso Gianluca Lapadula vestirà la maglia rossonera

TrevisoToday è in caricamento