menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viviani cala il tris sul traguardo di Nervesa, Yates ancora in rosa

Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Sam Bennett (Bora - Hansgrohe) e Danny Van Poppel (Team Lotto NL - Jumbo). Domani si scala lo Zoncolan

NERVESA DELLA BATTAGLIA Il corridore italiano Elia Viviani (Quick-Step Floors) ha vinto la tredicesima tappa del centunesimo Giro d'Italia, Ferrara-Nervesa della Battaglia di 180 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Sam Bennett (Bora - Hansgrohe) e Danny Van Poppel (Team Lotto NL - Jumbo). Simon Yates (Mitchelton - Scott) ancora in Maglia Rosa di leader della classifica generale.

RISULTATO FINALE
1 - Elia Viviani (Quick-Step Floors) - 180 km in 3h56’25”, media 45,682 km/h
2 - Sam Bennett (Bora - Hansgrohe) st
3 - Danny Van Poppel (Team Lotto NL - Jumbo) st?

CLASSIFICA GENERALE
1 - Simon Yates (Mitchelton - Scott)
2 - Tom Dumoulin (Team Sunweb) a 47"
3 - Thibaut Pinot (Groupama - FDJ) a 1'04"

Il vincitore di tappa, la Maglia Ciclamino Elia Viviani, subito dopo l'arrivo, ha dichiarato: "È incredibile tornare a vincere dopo alcuni giorni difficili. È proprio quello di cui avevo bisogno e quello che la mia squadra meritava per l'ottimo lavoro che ha sempre fatto. Ho avuto due o tre giornate negative ma volevo tenere la Maglia Ciclamino. Lo sport è fatto di sogni, momenti buoni e cattivi".

La Maglia Rosa Simon Yates ha dichiarato: "Ho cercato di rimanere al coperto fino all'ultimo. I miei compagni di squadra hanno fatto un ottimo lavoro. È stato il giorno più facile di questo Giro. Non vedo l'ora che arrivi domani".

FUORI PROGRAMMA A SPRESIANO Un camionista moldavo di 44 anni (residente nel piacentino), risultato poi positivo all'alcooltest (il tasso era superiore ai 2 gr/l), ha sfasciato con il suo mezzo, in retromarcia, tre auto posteggiate lungo via Buonarroti, a Spresiano. L'episodio è avvenuto a pochi passi dal tracciato della corsa rosa e non ha fortunatamente causato feriti. Lo straniero è stato immediatamente bloccato dai carabinieri di Treviso e sottoposto all'etilometro; per lui scatterà una denuncia per guida in stato di ebrezza ed il ritiro della patente. Il mezzo guidato dal 45enne è di proprietà di un'azienda italiana.

IMG_1371-2

MOM, BILANCIO POSITIVO Il passaggio della Tappa del Giro d’Italia, che ha coinvolto alcune tra le principali arterie della Marca, oggi non ha fermato i bus MOM che hanno continuato a viaggiare anche durante il passaggio della carovana rosa. Nonostante l’uscita non scaglionata degli istituti superiori a Treviso e Villorba, Mobilità di Marca è riuscita a garantire le navette scolastiche dagli istituti verso il centro di Treviso senza alcun intoppo. Il servizio è iniziato prima delle 12 e si è concluso in tempo record alle 12,50. All’autostazione i ragazzi hanno potuto trovare le corse extraurbane che prima delle 13,30 sono partite verso le diverse destinazioni (anche con diversi mezzi di rinforzo). L’azienda stima in oltre 20mila le persone trasportate in un’ora e mezza, tre le 12 e le 13,30, in corrispondenza con le uscite dei plessi di Treviso, Montebelluna, Conegliano e Vittorio Veneto. Dalle 13 alle 16, durante la chiusura delle strade interessate dal percorso di gara, hanno comunque continuato a circolare quasi tutte le linee: di 13 linee urbane, 4 hanno circolato regolarmente, 8 linee (per oltre 30 corse) sono state garantite seppur in deviazione o con percorso limitato (sospesa solo la Linea 12), 16 le linee extraurbane interessate per quasi 90 corse deviate o limitate. “L’esperienza Adunata Alpini ci ha fatti trovare pronti: un ringraziamento va, in particolare, alle Polizie Locali – dichiara il Direttore Generale, Giampaolo Rossi -  per l’intensa collaborazione di queste ore; all'Ufficio Scolastico Provinciale per il sostegno nel raggiungere capillarmente e per tempo tutti gli istituti con le informazioni.  Un “bravi” alle maestranze che hanno lavorato alla progettazione di 120 corse in deviazione, agli autisti che hanno saputo metterle in pratica affrontando la non sempre facile viabilità minore, alla Sala Controllo Esercizio che ha coordinato tutta la rete in tempo reale. Crediamo di aver ridotto  al minimo i disagi legati all'evento, affinché per il nostro territorio rimanesse una festa”.

IMG_1375-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento