Imoco Volley: confermata anche la palleggiatrice Giulia Gennari

Prende sempre più forma la rosa delle Pantere di Conegliano in vista della prossima stagione sportiva. Confermata anche la talentuosa "regista" romana

Giulia Gennari in azione (Credits: Gregolin - foto Fivb)

Un'altra conferma per l'Imoco Volley 2020/21, si tratta della palleggiatrice Giulia Gennari, 184 centimetri di altezza, nata a Roma il 23 maggio 1996, che quest'anno nella sua prima esperienza nella massima serie ha fatto vedere ottime cose come "vice Wolosz", offrendo un contributo affidabile in cabina di regia nelle occasioni in cui coach Santarelli l'ha chiamata in causa, sia in Campionato (per lei era l'esordio in A1), sia nei palcoscenici internazionali di Champions League e Mondiale, dove Giulia si è dimostrata sempre all'altezza. 

La sua carriera è iniziata nella società di Ostia, poi dal 2012 al 2014 l'esperienza al Club Italia che la lancia nel panorama nazionale. Un anno di "rodaggio" in B1 a Marsala, poi dal 2015 è in A2, prima a Pesaro, poi a Soverato e nel 2018/19 a Martignacco, dove ha conosciuto e condiviso molto esperienze anche a livello beach volley la friulana Lara Caravello, che proprio quest'estate l'ha "raggiunta" in maglia gialloblù proveniente dal club udinese. Con la squadra ha conquistato Supercoppa, Coppa Italia e il Mondiale per Club. La prima stagione da Pantera ha confermato tutte le qualità di Giulia quale regista moderna e dinamica, capace di adattarsi bene al gioco veloce del team di Conegliano, con in più nel repertorio qualità non comuni in battuta (10 aces in campionato su 28 set disputati, 7° nella percentuale di aces a set giocati in tutta la A1) e a muro. «Sono felicissima di restare a Conegliano - il suo commento alla conferma in maglia Imoco Volley - vestire questa maglia è un onore e sarà bellissimo farlo anche nella prossima stagione! Lo scorso anno sono arrivata senza aspettative, ma con l'emozione di entrare in una nuova dimensione, un contesto tutto da conoscere ed esplorare. Piano piano, allenamento dopo allenamento, con la fiducia e l'aiuto dello staff e delle compagne ho capito che ci potevo stare e ora sono davvero contenta di essere ancora una Pantera».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Puoi raccontarci la tua crescita di quest'anno con l'esempio di Asia Wolosz davanti e il modulo di gioco veloce delle Pantere? «All'inizio era tutto nuovo, venivo dalla A2 e ho dovuto fare un doppio salto mortale perché mi sono dovuta adattare in primis al gioco della A1, ma non solo, al gioco della migliore squadra e non solo in Italia come l'Imoco. Preparazione diversa, allenamenti diversi, e un ritmo di gioco tutto da imparare. Con l'aiuto di Asia (Wolosz, la capitana e titolare nel ruolo) da cui ho imparato anche solo guardandola ogni giorno, lavorando sodo con il coach e lo staff sono riuscita a crescere e a togliermi anche qualche soddisfazione in campo. Non pensavo di giocare così tanto come quest'anno, sono contenta di com'è andata e devo ringraziare il coach per lo spazio che mi ha dato ed Asia che quando giocavo io mi incoraggiava sempre, questo mi ha dato molta fiducia».
Avete vinto tanto quest'anno, ma è arrivato lo stop, con che carica ripartirete l'anno prossimo?
«Non è stata colpa di nessuno, ma dopo una stagione così ci è rimasto l'amaro in bocca per non aver potuto chiudere come speravamo a causa dello stop. Dispiace, ma credo che questo aumenterà la nostra carica in vista della prossima stagione, vorremo prenderci quello che ci è mancato quest'anno purtroppo».
Il momento per te più bello dell'ultima stagione, la tua prima a questi livelli
«Sono due, il Mondiale che è stato un'esperienza e una vittoria fantastica, e il giorno del mio esordio in campo contro Casalmaggiore quando coach Santarelli mi ha schierato titolare alla terza giornata con Casalmaggiore, e abbiamo anche vinto 3-0!»
Progetti estivi?
«Dal 20 maggio sono scesa a Roma da Conegliano. Tanto relax con la mia famiglia, qualche gita, e seguire scrupolosamente la tabella di allenamento che ci ha lasciato Marco Da Lozzo, il nostro preparatore, nell'attesa di tornare al Palaverde!»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento