Gran Raid Prealpi Trevigiane: dopo la pioggia la corsa è rinviata a settembre

Domenica 1 è il giorno prescelto dal comitato organizzatore e sarà tutto a costo zero per tutti coloro che si erano iscritti per la gara del 19 maggio scorso

Come la fenice, anche il Gran Raid delle Prealpi trevigiane è pronto a risorgere dalle ceneri, o meglio dalle acque. Quelle acque che si sono abbattute senza tregua sull’area del percorso sabato 18 e domenica 19 maggio, costringendo a malincuore gli organizzatori a interrompere e poi annullare la manifestazione per la quale si era registrato il record di iscritti, oltre cinquecento. I messaggi di solidarietà e l’incitamento giunto da tanti atleti e appassionati di trail running hanno confermato l’intenzione del comitato organizzatore di riproporre per domenica 1^ settembre le due gare annullate, la GR49 e la GR26. E lo faranno a costo zero per tutti coloro che si erano iscritti per la gara del 19 maggio scorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo: se qualche runner della GR98, interrotta nella notte tra sabato e domenica, desiderasse partecipare a una delle due distanze lo potrà fare gratuitamente. Il comitato, inoltre, ha deciso che i partecipanti del percorso più lungo, GR98, che non potranno partecipare al recupero del 1^ settembre, ma che sono intenzionati a iscriversi per l’edizione del 2020, si vedranno riconosciuto un considerevole sconto sulla quota di iscrizione. “Siamo un gruppo di volontari appassionati che – spiega il presidente Guido Perin – ha come unico obiettivo quello di dare la possibilità ai runner di tutto il mondo di gareggiare lungo i percorsi delle nostre bellissime Prealpi poste tra Treviso e Belluno, un ambiente che amiamo quanto amiamo il Gran Raid. Non abbiamo altri fini. Se c’è un introito dalla manifestazione, esso viene interamente impiegato per rendere migliore l’edizione successiva. Per questo, pur non essendo tenuti da regolamento a rimborsare la quota di iscrizione, per la passione che nutriamo verso questo tipo di gare ci rimbocchiamo le maniche per accogliervi numerosi il prossimo 1^ settembre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Lutto per lo scoutismo trevigiano: malore improvviso stronca Mario Favaretto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento