menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna la Granfondo del Centenario: tutte le modifiche alla viabilità

In bici alla riscoperta dei luoghi della Grande Guerra. Domenica 31 maggio a Montebelluna giornata dedicata al cicloturismo: due i percorsi

MONTEBELLUNA Torna anche quest’anno la Granfondo del Centenario promossa dal G.S. Olang con il patrocinio del Comune di Montebelluna, della Provincia di Treviso e della Regione Veneto e sostenuta dall’IPA Montello Piave Sile, cioè la Federazione dei sette comuni (Montebelluna, Nervesa della Battaglia, Giavera del Montello, Volpago del Montello, Crocetta del Montello, Caerano di San Marco e Trevignano) e le associazioni di categoria territoriali.

NEI LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA Una manifestazione di portata nazionale che unisce sport e storia, su un percorso che tocca i luoghi della Grande Guerra. Domenica 31 maggio si ricorderà, così, il conflitto del 1914-1918. L’evento sportivo si terrà infatti pochi giorni dopo il 23 maggio 1915 (entrata in guerra dell’Italia) e del successivo raggruppamento delle truppe italiane (i primi fanti del 24 maggio citati nella canzone del Piave). La manifestazione è stata programmata per rivisitare i luoghi che furono teatro delle sanguinose battaglie che caratterizzarono il conflitto quali il M.te Monfenera, il M.te Tomba, Pianezze di Valdobbiadene con la discesa del Bosco del Madean, la strada Panoramica e la Dorsale del Montello (Strada Militare) da Nervesa fino a Montebelluna.

I PERCORSI Sono previsti due percorsi, uno di 155 km circa, per un dislivello di 2643 metri, ed uno che si sviluppa su un tracciato di 107 km circa, per un dislivello di 1206 metri. Entrambi i percorsi sono a carattere agonistico per cui parteciperanno coloro che sono in possesso di tesserino per attività agonistica valido per l’anno 2015 rilasciato dalla FCI o da un qualsiasi Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI.

PER PARTECIPARE La manifestazione è aperta anche a tutti i cicloturisti e alle persone in età compresa fra i 16 e 18 anni ed oltre i 64, per i quali però è obbligatorio optare per il solo percorso di 105 km.

LA VIABILITA’ Entrambi i percorsi partiranno ed arriveranno in centro a Montebelluna pertanto la viabilità subirà qualche. E’ previsto il divieto di transito e il divieto di sosta nei parcheggi ad ovest della zona pedonalizzata del Corso Mazzini (davanti al monumento) dalle 14.00 di sabato 30 maggio alle 17.00 di domenica 31 maggio e la chiusura e la rimozione forzata dei parcheggi ad est della stessa area dalle 19.00 di sabato alle 17.00 di domenica. Dalle 6.00 alle 17.00 di domenica, per i veicoli che giungono da via Silvio Pellico è disposto l’obbligo di svolta a destra all’altezza di via Manzoni e la svolta obbligatoria a destra in direzione Piazza Petrarca. Nella stessa fascia oraria è disposto il divieto di sosta nei parcheggi di Piazza Petrarca e nei parcheggi del tratto finale di via Pellico (tra Corso Mazzini e via Manzoni). Dalle 7.00 alle 8.00 di domenica, in concomitanza con la partenza della gara, è disposto il divieto di transito e il divieto di sosta lungo il percorso Corso Mazzini, via XXX Aprile, via Montegrappa e via Bassanese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Montebelluna, la mamma di Mattia ai funerali: «Chi ha sbagliato pagherà»

  • Attualità

    Vaccinazioni, Benazzi difende l'infermiera: «Non è una No Vax»

  • Attualità

    Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento