menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Mogliano Rugby soffre ma alla fine espugna L'Aquila 26-36

I biancoblu annullano con un'importante vittoria esterna la penalità subita a inizio stagione e restano una delle poche squadre imbattute nel torneo

MOGLIANO VENETO- "Non sono soddisfatto, mi aspettavo qualcosa di più dai miei ragazzi. Portiamo a casa comunque un risultato positivo, ma è appunto una delle poche cose positive della giornata. La partita da un punto di vista tecnico è stata mediocre, non è questo il livello che vorrei vedere in campo e per il quale lavoriamo duramente in settimana". L'allenatore Ezio Galon usa parole dure per la prestazione dei suoi ragazzi. Una vittoria che lascia soddisfatti solo a metà.

Sta di fatto che sabato pomeriggio i biancoblù sono riusciti a cancellare lo zero (dovuto alla penalizzazione inflitta dal giudice sportivo a inizio campionato) in classifica espugnando il Fattori de L'Aquila. Partita dai due volti che ha riservato un secondo tempo sorprendentemente incerto,  grazie ai padroni di casa che non hanno mai mollato ed a un lungo passaggio a vuoto di Mogliano, che dopo aver raggiunto il bonus mete ha decisamente avuto un calo di concentrazione preoccupante. Cinque punti conquistati con tre mete nel primo tempo e due nel secondo, ma molti punti subiti e la paura fino al calcio di punizione finale di Barraud, di poter essere addirittura raggiunti dai neroverdi, che avrebbero meritato di conquistare almeno un punticino di bonus difensivo.

Nella prima frazione un Mogliano ordinato ha subito allungato nel punteggio con una buona prestazione in mischia chiusa e nelle altre fasi statiche. Anche la difesa ha funzionato a dovere e non concedeva spazio ai tentativi dei giocatori di Mercier. Buona anche la risalita del campo con azioni alla mano. Nella ripresa, ancora un'ottima partenza con azioni corali che portavano alla seconda marcatura personale di Marco Zanon, in quello che è stato il suo esordio ufficiale in campionato con Mogliano. Occorre dire che il gioco è stato anche enormemente spezzettato per tutta una serie di infortuni che hanno colpito i giocatori di casa, e la cosa non ha certamente aiutato a mantenere alto il ritmo della gara. Alla fine di tutto, l'obiettivo principale non è stato mancato, e da una lunga trasferta come quella in terra Abruzzese era la cosa principale da ottenere. Occorrerà ovviamente evitare in futuro che cali di tensione come quelli visti oggi si possano ripetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento