Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

Brutta sconfitta nel weekend per l'Imoco: Casalmaggiore vince 3-1

A Cremona coach Chiappini ha potuto contare sul ritorno dell'americana Glass, ma non è bastato per fermare la spinta delle atlete Pomì

Una foto del match (immagine Imoco)

CONEGLIANO - L’Imoco Volley versione Alessandro Chiappini alla prima volta con il nuovo allenatore in panchina nella trasferta con la Pomì Casalmaggiore. Si gioca sul campo “neutro” di Cremona, il Pala Radi (per il crollo della “casa” di Casalmaggiore a Viadana), un match di altissima classifica tra la squadra di casa, terza, e le Pantere quarte staccate di tre punti, che cercano l’aggancio dopo una serie di trasferte non fortunate.

Coach Chiappini schiera dall’inizio il solito sestetto, con Adams ancora fuori e il gran rientro di Aly Glass, ma solo in panchina. L’inizio di set è equilibrato, anzi il primo allungo è proprio delle Pantere che si appoggiano in attacco a Ozsoy e Nikolova per il 7-9 che illude i due pullman di chiassosissmi tifosi gialloblu’ giunti a Cremona. Ma da lì Casalmaggiore mette il turbo e piazza un tremendo 12-2 a suon di muri, battute vincenti, e una Gibbemeyer (ex di turno insieme a Vale Tirozzi) che con 6 punti quasi consecutivi spacca in due il set. Sull’ 17-11 entra Glass, la miglior palleggiatrice del Mondiale, dopo due mesi di assenza, ma trova una Nikolova marcatissima spesso fermata da Gennari e compagne. Sull’19-11 la Pomì continua a martellare e una grande Skorupa fa viaggiare con velocità tutte le sue attaccanti. Un bel turno di battuta di Furlan concretizzato da due muri di Jenny Barazza permette a Conegliano di respirare (21-16), entra anche Fiorin per Barcellini, ma la Pomì è lanciatissima e chiude con il servizio, specialità della casa visto che Casalmaggiore è la squadra leader negli aces. 25-18 il primo set per le padrone di casa.

Nel secondo set coach Chiappini tiene dentro Glass (rientra invece Barcellini),e arriva anche il primo punto in attacco per una centrale gialloblu’, il 2-2 di Jenny Barazza. Dall’altra parte Ortolani e Gennari sono scatenate, sia in difesa che in attacco, e con il gioco spinto di Skorupa la Pomì torna avanti (7-4, 9-6), mentre le Pantere sbagliano qualcosa di troppo in battuta. Alisha Glass velocizza il gioco e regala ad Ozsoy assist che consentono alla turca di chiudere tre punti in fila, l’Imoco Volley si avvicina (11-9), poi ancora Barazza ben imbeccata (12-10). Ma Nikolova è marcatissima (anche un giallo per proteste), ne approfittano Gibbemeyer (muro) e Tirozzi (attacco) e la Pomì resta al comando (15-11). I primi tempi di Stevanovic fanno male, poi la Pomì torna a far male a muro e si invola a +6 (18-12). L’Imoco pero’ non molla, c’e’ in campo anche Fiorin, parziale di 4-0 per le Pantere ancora con le battute di Furlan e i punti di un’ottima Ozsoy e di Barazza. Time out di Casalmaggiore sul 19-16. Sul 20-27 entra Hancock per la battuta, ma sbaglia. Nonostante i punti di un’indomita Ozsoy la Pomì tiene bene il vantaggio fino a un gran muro di Furlan per il -2 (23-21) e un altro time out di Mazzanti. Al rientro sassata di Ortolani e punto finale di Stevanivic, 25-22 e Pomì avanti 2-0.

Terzo set e l’Imoco Volley cambia volto, evita di cadere nel muro avversario e tiene il punteggio in equilibrio. Adams inizia a togliersi la ruggine, il gioco prende ritmo, Conegliano prova ad allungare con Ozsoy e Nikolova, 12-12, poi 17-17. La squadra di Chiappini combatte punto su ounto e prende un minimo vantaggio con una rigenerata Nikolova che infatti chiude il set con un mani e fuori di potenza. 23-25 e si riapre il match.
Nel quarto set l’Imoco Volley inizia bene, con i muri di Barazza e le pennellate di Ozsoy, ma la Pomì trova la sua forza dalla battuta e incrementa il margine a metà set: 10-7, poi 12-9 al t.o. tecnico e 16-11 prima di un break imperioso della turca, che con il muro che riprende a funzionare riporta le Pantere a contatto: 17-16, poi 19-17 con un paio di occasioni sprecate che gridano vendetta. Infatti persa l’inerzia positiva Conegliano cede, Bianchini (ottimo il suo ingresso) e compagne ne approfittano e la reazione tardiva delle Pantere culmina con il 25-23 per il 3-1 della Pomì. Una Conegliano che ritrova smalto con Glass negli ultimi due set, l’americana pur non al 100% ha cambiato il volto alla squadra, ma l’Imoco vede allontanarsi il terzo posto, ora a 6 punti dopo la sconfitta odierna di Cremona.

POMI’ CASALMAGGIORE – IMOCO CONEGLIANO 3-1 (25-18,25-21,23-25,25-23)

Pomì: Skorupa 2, Ortolani 9, Tirozzi 9, Gennari 19, Stevanovic 20, Gibbemeyer 15, Sirressi (L), Bianchini 4, ne Agrifoglio, ne Quiligotti,ne Klimovich. All.: Mazzanti
Imoco: Glass 3, Nikolova 26, Ozsoy 17, Barcellini 3, Barazza 6, Furlan 6, De Gennaro (L), Katic, Fiorin 5, Nicoletti, ne Arimattei, ne Boscoscuro, ne Hancock. All.: Chiappini
Arbitri: Fabio Gini, Luca Sobrero
Note: spettatori 3.111, durata set 26’, 25’, 27’, 26’, totale 105’. Ace: Pomì 5, Imoco 3. Battute sbagliate: Pomì 15, Imoco 11. Muri: Pomì 16, Imoco 8 . Ricezione: Pomì 67% (prf 29%), Imoco 59% (prf 18%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brutta sconfitta nel weekend per l'Imoco: Casalmaggiore vince 3-1

TrevisoToday è in caricamento