Domenica, 25 Luglio 2021
Sport

Imoco Volley schianta Busto Arsizio in tre set: vigilia di Natale da sogno

Le Pantere di Conegliano si regalano la 14esima vittoria di fila. Miriam Sylla migliore in campo. Il 29 dicembre ultima gara dell'anno al Palaverde contro Brescia

Miriam Sylla esulta in campo (Foto di Michele e Riccardo Gregolin)

Sotto l’albero la “classicissima” al Palaverde tra la capolista Imoco Volley e la Unet E-Work Busto Arsizio, un match in tono minore perchè le bustocche sono state nuovamente accerchiate dal Covid e non si sono presentate al completo, per di più con alcune atlete appena recuperate, a conferma di una prima parte di stagione molto accidentata per le lombarde.

Poco più di una formalità per la squadra di coach Santarelli conquistare l’ennesimo 3-0 e mantenere ben salda la vetta della classifica ancora imbattuta dopo 14 partite. Nel primo set si vedono subito i problemi nell’assetto delle lombarde che si affidano a Stevanovic in attacco nell’inusuale ruolo di opposto, ma in ricezione con una linea tutta nuova soffrono moltissimo la pressione gialloblù: 4-1, poi 9-5 conuna Miriam Sylla molto sollecitata in attacco dalle “invenzioni” di Asia Wolosz. L’Unet risale un po’ grazie a un paio di errori delle Pantere e a Gray, che pareggia a quota 10, ma a metà set arriva lo strappo decisivo firmato dalle battute in serie di Paola Egonu che spinge fino al 15-11 siglato da Sylla. Anche Sarah Fahr mette in dfficoltà una ricezione bustocca che soffre oltremodo (ben 4 aces subiti nel sset), mentre Wolosz può orchestrare il gioco a piacimento con Caravello e compagne che le mettono sulla testa palloni precisi fino alla chiusura 25-16. Simile anche il secondo set con Butigan in campo al posto di De Kruijf. Proprio due aces della giovane croata spaccano il punteggio che comincia a prendere la strada delle Pantere (9-5). Entra anche Loveth Omoruyi (chiuderà con 8 punti) che si fa notare per la varietà di colpi in attacco, poi anche Gicquel e Giulia Gennari, ma Busto nonostante buone cose di Piccinini e Gray soffre ancora specie in ricezione e l’Imoco può controllare gioco e punteggio fino al 25-16 firmato da Omoruyi, che resterà in campo anche nel terzo set.

Il parziale inizia con una Sylla (sarà Mvp con 13 punti, 2 aces e 1 muro) scatenata che porta subito l’Imoco sul 4-1. Ma l’Unet E-Work non ci sta e inizia un set di grande coraggio, combattendo fino all’ultimo pallone. Le Pantere di casa sembrano poter controllare nonostante il sestetto giovane schierato da coach Santarelli, grazie a un muro che tocca molti palloni, una difesa dove si segnala un’ottima Caravello, e una battuta sempre ficcante (15-12). Sale in cattedra però la sempiterna Francesca Piccinini che con aces, muri, attacchi vincenti riporta sotto una Unet che alza anche il ritmo in difesa raggiungendo l’Imoco sul 22-22. Conegliano spinge con Egonu (22 punti e 2 muri alla fine) e una Butigan sempre pronta, ma Busto Arsizio annulla ben 4 match point e ha anche un set point sul 25-26 che potrebbe allungare la partita, ma le bombe di Egonu e un errore di Gray chiudono la contesa 28-26. Dopo la 14esima vittoria consecutiva in campionato ora le Pantere tirano il fiato per festeggiare il Natale e il 29 dicembre si torna al Palaverde per l’ultima partita dell’anno 2020 contro la Banca Val Sabbina Brescia delle ex Bechis, Nicoletti e Botezat. Obiettivo? Completare imbattute

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imoco Volley schianta Busto Arsizio in tre set: vigilia di Natale da sogno

TrevisoToday è in caricamento