Sport

Imoco Volley Conegliano: la società conferma anche Lara Caravello

Nella sua prima stagione ai massimi livelli Lara, che solo dal 2019 interpreta il ruolo di libero dopo i trascorsi da schiacciatrice in A2, si è rivelata  un elemento fondamentale nella strategia di gioco di coach Santarelli

Dopo una stagione con triplo salto mortale, passata dalla A2 di Martignacco a giocare da protagonista per lo Scudetto e la Champions League, meritata conferma per la friulana Lara Caravello, 27 anni, libero di 176cm, che vestirà anche nel 2021/22 la maglia n°13 delle Pantere. Nella sua prima stagione ai massimi livelli Lara, che solo dal 2019 interpreta il ruolo di libero dopo i trascorsi da schiacciatrice in A2, si è rivelata  un elemento fondamentale nella strategia di gioco di coach Santarelli, spesso decisiva con i suoi "giri dietro" e la sua grande affidabilità nei fondamentali della seconda linea. La conferma da parte della società premia quindi l'impegno e la serietà della ragazza nativa di Udine che in campo e fuori si è integrata a meraviglia nel gruppo gialloblù, risultando una grande rivelazione della stagione appena trascorsa.

Lara, com'è stato questo tuo primo anno, costellato di tante vittorie, all'Imoco Volley?

"Sapevo che sarei approdata nella squadra più forte al mondo e quindi speravo di poter anche io gioire e festeggiare qualche vittoria, e sono stata accontentata, altrochè!  In un anno ho vinto tutto quello che potevo vincere. Ho provato e sto provando emozioni incredibili che mi ero trovata molto spesso a sognare, penso che non ci siano parole per descrivere come mi sento. Non è stato difficile ambientarmi a Conegliano sia nel gruppo della squadra sia nella società perchè ho trovato tutte le condizioni e le persone giuste per entrare senza problemi in una situazione per me nuova. La parte più difficile è stata prendere confidenza con la categoria e il livello delle mie compagne di squadra, perchè il salto di categoria tra A2 e A1 è veramente molto elevato, poi se si tratta dell'Imoco con la Champions e tutto il resto ancora di più. Se sono riuscita ad assorbire questa differenza è grazie al grandissimo lavoro fatto dallo staff in palestra e durante gli allenamenti e grazie alle mie compagne di squadra che in ogni occasione e in ogni parte dell'anno mi hanno fatto sentire la loro presenza e mi hanno dato la loro fiducia, facendomi sentire subito parte del gruppo".

Dopo una stagione in cui avete vinto tutto, sarà difficile trovare le motivazioni per confermarsi?

"Confermarsi è sempre la sfida più difficile per una squadra, figuriamoci dopo un'annata così. Sarà una sfida molto difficile e dura perchè la competizione è sempre più alta e le nostre avversarie sempre più agguerrite,  avremo grandissime motivazioni dalle sfide che ci lanceranno dall'esterno e, da non dimenticare, giocheremo si spera con il pubblico, questo ci spingerà moltissimo".

Il segreto del gruppo granitico e inseparabile delll'Imoco Volley?

"Le mie compagne, nonostante siano delle campionesse di livello mondiale, sono ragazze umilissime e di cuore, persone che non ti fanno mai mancare niente e non ti fanno mai sentire in difetto, ti supportano e ti spronano sempre a far meglio. Oltre all'armonia che c'è nel gruppo della squadra, l'ambiente creato dalla società, tutte le persone che "girano" attorno alla squadra sono persone preparate, disponibili e professionali ed è questo che rende la società un club invidiabile da molti. Quando c'è un ambiente dove puoi lavorare davvero in serenità questo ti sprona a far sempre meglio".

L'importanza di avere la giocatrice "top" del tuo ruolo come Monica De Gennaro tutti i giorni come esempio in allenamento?

"Moki è una maestra in tutto quello che fa, in tutti i gesti tecnici ha classe da vendere e vederla in azione è una manna dal cielo per tutte le persone che ,come me, hanno tantissimo da imparare. Allenarmi con lei è una grande opportunità di imparare ogni giorno dalla migliore".

La speranza il prossimo anno è giocare con il pubblico al Palaverde, esperienza che non hai mai vissuto...

"Purtroppo l'unica cosa brutta di quest'anno è stato non poter apprezzare il pubblico del Palaverde che tutti mi hanno decantato come spettacolare. Sono curiosa ed emozionata all'idea, non vedo l'ora di poter giocare nel Palaverde pieno, di sentire questi incredibili tifosi che nonostante l'anno complicato e difficile che abbiamo passato non si sono mai tirati indietro e ci hanno fatto sentireil loro calore anche da lontano".

Programmi estivi?

"Per quest'estate ho in programma di allenare e allenarmi nel beach volley, una disciplina che pratico ogni estate e mi diverte molto, di fare un po' di camp estivi di pallavolo, oltre a un po' di vacanza e di relax con le persone che purtroppo in quest' annata particolare non ho potuto vedere tanto, cioè la mia famiglia, il mio fidanzato e i miei amici. Nell'attesa di tornare in pista per un'altra stagione da Pantera!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imoco Volley Conegliano: la società conferma anche Lara Caravello

TrevisoToday è in caricamento